MAXI-CEDOLA DEL
16 PER CENTO
PER L’INDICE RUSSO

19 Giugno 2007, di Redazione Wall Street Italia

*Pierpaolo Scandurra è Managing Director di www.certificatiederivati.it. I suoi commenti non implicano responsabilita’ alcuna per Wall Street Italia, che notoriamente non svolge alcuna attivita’ di trading e pubblica tali indicazioni a puro scopo informativo. Si prega di leggere, a questo proposito, il disclaimer ufficiale di WSI.

_______________________________________

(WSI) –
Mentre gran parte degli indici mondiali ha messo a segno in questi primi sei mesi dell’anno rialzi più o meno importanti, l’indice russo è alle prese con una fase correttiva piuttosto ampia, partita dai 2149 punti del 4 gennaio e culminata, almeno per ora, con i 1685 punti del 30 maggio ( -21,6% il saldo negativo nei sei mesi). Non va però trascurato il recente passato di quest’indice, balzato in soli 2 anni dai 695 punti del 5 gennaio 2005 ai 2149 punti (+209% l’incremento), per effetto del forte rialzo del prezzo del petrolio, di cui l’indice RDX (l’indice delle Ricevute di Deposito russe quotate sulla Borsa di Londra) beneficia in misura particolare vista la presenza nel paniere di due colossi petroliferi (Gazprom e LUKoil), responsabili di quasi la metà dell’intero indice in termini di peso e capitalizzazione.

Per partecipare alla vita dell’indice russo, oltre a due Benchmark ( i classici certificati a replica semplice, come gli ETF) quotati già da un paio d’anni al SeDeX, possono essere valutate due interessanti proposte strutturate, in grado di massimizzare i risultati positivi o difendere il capitale da eventuali ribassi. La prima proposta, già quotata al SeDeX da un anno, è un Airbag Certificates, ossia un certificato di tipo investment che consente di partecipare con leva ai rialzi e di difendere, mediante un “cuscinetto”, il capitale dalle perdite superiori ad una certa soglia.

Emesso il 31 maggio 2006 ad un prezzo di 100 euro e quotato attualmente 93,90 euro, l’Airbag prevede il ritorno del capitale (100 euro) se a scadenza l’indice si troverà ad un livello compreso tra i 1894,66 punti dello strike e i 1515,728 punti della barriera: 100 euro che verranno maggiorati del 70% dell’eventuale rialzo, se l’indice si fermerà ad un livello superiore ai 1894,66 punti, o diminuiti secondo un meccanismo di riduzione delle perdite se il livello finale sarà inferiore ai 1515,728 punti. In sostanza, da qui a due anni, il certificato propone un rendimento minimo del 6% se l’indice non andrà sotto di oltre 17 punti percentuali dai livelli attuali, mentre solo con un riferimento finale di 1231 punti (-22,5% da ora) si riceverà un rimborso pari a 92,82 euro (di poco inferiore ai 93,90 euro necessari per l’acquisto).Codice ISIN NL0000610046

Ma la vera novità per investire sull’indice russo è un Autocallable Twin Win, certificato di nuova generazione che non difende il capitale ma promette un rendimento annuo a doppia cifra. Emesso solamente una settimana fa, il certificato prevede il rimborso anticipato sulla scadenza naturale ( tre anni) a partire dal primo anno se il 30 maggio 2008 l’indice si troverà ad un livello almeno pari ( se non superiore) ai 1831,56 punti rilevati in fase di emissione; al verificarsi di tale condizione, il certificato si autoliquiderà garantendo all’investitore il ritorno dei 100 euro iniziali, maggiorati di una cedola del 16%. In caso contrario, ossia nel caso in cui l’indice non riuscirà ad eguagliare il proprio livello iniziale, si procederà fino al termine del secondo anno ( 30 maggio 2009) e seguendo lo stesso criterio utilizzato per la prima rilevazione, si potrà ottenere il rimborso del certificato con un premio di rendimento del 32%.

Il coupon sfumerà, lasciando spazio al meccanismo di rimborso che regola i Twin Win, se si giungerà a scadenza: in questo caso, oltre alla variazione assoluta finale, si dovrà guardare ai 1282,09 punti indice, corrispondenti alla barriera di prezzo, che fa estinguere, se toccata anche una sola volta, l’opzione esotica put Down&Out , inserita nella struttura per far sì che possa essere pagata all’investitore sia la performance positiva che negativa in termini assoluti.

Investendo nel certificato, si potrà quindi essere certi che in caso di rialzo dopo un anno si otterrà un guadagno del 16%, in caso di rialzo dopo due anni si passerà ad un guadagno del 32%, mentre in caso di rialzo al terzo anno si parteciperà interamente alla variazione positiva finale ( quindi un +20% darà vita ad un 20% di rendimento). Viceversa, in caso di ribasso al primo e secondo anno, si otterrà a scadenza un guadagno pari alla variazione finale dell’indice ( quindi un -25% diventerà +25%) se non si sarà mai verificato un evento barriera, altrimenti il certificato perderà l’opzione esotica e il -25% rimarrà tale. Codice ISIN NL0000842219

Copyright © www.certificatiederivati.it per Wall Street Italia, Inc. Riproduzione vietata. All rights reserved