Manovra, Tremonti difende norma su esenzione bancarotta

21 Luglio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Il Ministro dell’Economia Giulio Tremonti, a margine del suo intervento alla Commissione bilancio della Camera, ha respinto le accuse relative a possibili favori nei confronti della bancarotta. L’emendamento, inserito nella Manovra approvata dal Senato, prevede che i reati di bancarotta preferenziale e semplice non si applichino in alcune fattispecie relative al concordato preventivo, all’accordo di ristrutturazione dei debiti o ad altro piano a garanzia dei creditori. Tremonti, nel difendere questa disposizione, ha sottolineato che la norma è a favore delle aziende, che consente di poter finanziare le crisi aziendali. Il suo intento è quello di preservare l’occupazione e la produzione, favorendo i finanziamenti alle imprese che necessitano di un supporto finanziario.