MANNESMANN: UTILE ’99 +37%; AUMENTANO LE TASSE

7 Gennaio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Il colosso tedesco Mannesmann chiude il ’99 con un utile ante imposte e voci straordinarie in aumento del 37% a 4,3 miliardi di euro (+70% a 2,2 miliardi nel solo settore tlc). Un euro vale 1936,26 lire.

Oggi sono stati diffusi i dati preliminari della società. Il fatturato ammonta a 23,2 miliardi (+22%) e l’utile dalle attività ordinarie a 1,4 miliardi. Si tratta di un “lieve aumento” rispetto a un anno prima. L’utile netto è invece inferiore al dato del ’98 a causa di un aumento dell’aliquota di imposizione fiscale.

In queste settimane Mannesmann, che in Italia controlla Omnitel e Infostrada è impegnata a respingere l’offerta ostile di acquisizione dell’inglese Vodafone-Airtouch. Il Gruppo precisa che l’incremento del 37% segnato dall’utile ante imposte e voci straordinarie è da ricondursi quasi esclusivamente alla crescita delle attività nella telefonia mobile e al forte calo dei costi di avviamento di quelle nel fisso.

Il numero degli abbonati alle reti fissa e mobile ha raggiunto a fine ’99 quota 36 milioni e la crescita degli utenti nelle reti mobile controllate da mannesmann è stata di oltre il 70%con 4 milioni di nuovi clienti nel solo quarto trimestre. Gli utenti dei servizi Internet hanno raggiunto 2,6 milioni a fine ’99.