Maire Tecnimont, Technip KTI sigla contratto con raffineria in Svez

23 Giugno 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Maire Tecnimont S.p.A. annuncia che la sua controllata operativa Technip KTI S.p.A. ha siglato un contratto con Nynas AB per la realizzazione di una nuova unità di recupero zolfo per la raffineria di Nynashamn, in Svezia. Nynas AB è uno dei principali produttori a livello mondiale di oli naftenici, bitumi ed asfalti, con unità produttive in Europa, Nord e Sud America, presente con propri uffici in più di 30 paesi. Il progetto, che sarà eseguito su base chiavi in mano ed ha un valore di circa 49 milioni di euro, prevede la fornitura di servizi di ingegneria, acquisto materiali, costruzione e messa in esercizio dell’impianto (“EPCC”). Il completamento del lavoro è previsto per giugno 2012. Il progetto prevede l’installazione di un’unità di recupero zolfo con una capacità produttiva di 24 tonnellate/giorno e utilizzerà, per il trattamento del gas di coda, la tecnologia proprietaria RAR (“Riduzione, Assorbimento e Riciclo”). La licenza di tale tecnologia è stata fornita da Technip KTI a Nynas nel 2008. Il progetto include, inoltre, le strutture di stoccaggio e caricamento dello zolfo, l’espansione di una sottostazione elettrica esistente, oltre che le tubazioni di interconnessione tra il nuovo impianto e le unità a monte. Questo contratto dimostra, ancora una volta, la leadership di Technip KTI quale contractor riconosciuto a livello internazionale nel settore del recupero dello zolfo. Inoltre, il progetto conferma la fattiva collaborazione tra Technip KTI e Nynas, consolidata negli anni. Technip KTI, infatti, si era già aggiudicata i servizi di ingegneria di base, nonché lo sviluppo dell’ingegneria, procurement, costruzione e avviamento (“EPCC”) di un nuovo impianto per la produzione di idrogeno della capacità di 15.000 Nm3/h, oggi in fase di avviamento, ed era stata inoltre selezionata in qualità di Process Licensor per l’unità di recupero zolfo.