Made in Italy, Senato stralcia norma antidoganieri

4 Marzo 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Nella seduta del 3 marzo u.s. la X^ Commissione permanente del Senato (Industria, Commercio e Turismo) in sede referente ha approvato, su proposta del relatore Sen. Paravia, l’emendamento Ventrella-Paravia che abroga il comma 3 dell’art. 3 del DDL 1930 sulla tutela del made in Italy. Per il Segretario Regionale UIL Dogane Lazio, Virgilio Tisba, si tratta di una vittoria della UIL che da subito aveva segnalato come tale norma, approvata dalla Camera in data 19 dicembre 2009, fosse invece in contrasto con la normativa europea, attribuendo inopinatamente ai funzionari doganali responsabilità penali su modalità di controllo che invece debbono rispondere a logiche dettate a livello europeo. Dobbiamo dare atto altresì al Direttore dell’Agenzia delle Dogane Dott. Giuseppe Peleggi, al Direttore del Personale Dott. Alessandro Aronica ed alla stessa Autorità Politica del Ministero dell’ Economia, di aver svolto in questi giorni con efficacia un’azione di chiarimento a livello parlamentare circa le possibili ricadute di tale norma, ove fosse stata approvata, rispetto alla funzionalità dei servizi svolti dall’Agenzia delle Dogane. Vogliamo ricordare che l’Agenzia delle Dogane è sempre in prima linea sulla lotta alla contraffazione, sulla disciplina dei marchi e dei segni distintivi, sulle frodi, in particolare sugli alimenti e sui medicinali, ai controlli sul traffico dei rifiuti tossici e sul traffico internazionale di stupefacenti. La vigilanza comunque continua e seguiremo con attenzione le successive fasi parlamentari del DDL in oggetto, pronti ad intervenire ove fosse necessario.