MACRO & MERCATI: SI CERCA DI CAPIRE SE C’E’ INFLAZIONE

16 Luglio 2007, di Redazione Wall Street Italia

*Questo documento e’ stato preparato da MPS Finance Banca Mobiliare S.p.A. ed e’ rivolto esclusivamente ad investitori istituzionali ovvero ad operatori qualificati, così come
definiti nell’art. 31 del Regolamento Consob n° 11522 del 1° luglio 1998 e successive modifiche ed integrazioni. Le analisi qui pubblicate non implicano responsabilita’ alcuna per Wall Street Italia, che notoriamente non svolge alcuna attivita’ di trading e pubblica tali indicazioni a puro scopo informativo. Si prega di leggere, a questo proposito, il disclaimer ufficiale
di WSI.

_______________________________________

(WSI) –
In area Euro oggi è atteso il dato finale sui prezzi al consumo di giugno che dovrebbe confermare quanto riportato in prima lettura. In settimana è atteso il dato sull’indice Zew di luglio che potrebbe evidenziare un calo della componente relativa alle aspettative future a causa del rialzo del prezzo del greggio. Negli Usa settimana densa di appuntamenti di rilievo tra cui: 1) il discorso di Bernanke al Congresso sulla politica monetaria; 2) i dati sui prezzi al consumo; 3) la pubblicazione delle trimestrali relative alle principali società.

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Tassi di Interesse: in area Euro i tassi di rendimento sono rimasti stabili sul tratto a lungo, mentre sono lievemente aumentati sul breve, comportando una riduzione dello spread sul 2-10 anni a 10 pb. Il rialzo del prezzo del petrolio non ha condizionato le breakeven inflation stabili al 2,23%. Per oggi sul dieci anni la resistenza si colloca a 4,66% ed il supporto a 4,57%. Negli Usa tassi di mercato in lieve calo dopo i deludenti dati sulle vendite al dettaglio di giugno che hanno risentito non solo della continuazione del rallentamento nel settore immobiliare ma anche del rialzo del prezzo del greggio. La portata negativa del dato è stata però in parte bilanciata dalle indicazioni positive sugli indici preliminari sulla fiducia dei consumatori di luglio, probabilmente supportati dalla favorevole dinamica occupazionale. Breakeven sostanzialmente immutate malgrado la continuazione del rally rialzista del greggio. Per oggi livelli di resistenza sul decennale si collocano a 5,14% e 5,20%. Il primo supporto a 5,04%.

Valute: Euro ancora in apprezzamento vs. Dollaro raggiungendo il nuovo massimo storico a 1,3814 dopo la pubblicazione dei dati sulle vendite al dettaglio. Il report del Cftc ha evidenziato al 10 luglio un forte aumento delle posizioni combinate nette lunghe sull’ Euro/ Dollaro da parte degli speculatori. Oggi la resistenza si colloca a 1,3814, mentre livelli di supporto passano da 1,3740 e 1,3680 circa. Lo Yen scambia prossimo ai minimi storici nei confronti dell’Euro. Venerdì il cross ha toccato il nuovo livello record a 168,95. Per oggi 169 costituisce il livello di resistenza, mentre il supporto si colloca intorno a 167. Verso Dollaro il primo supporto si colloca intorno 121,50, la resistenza a 122,60 circa.

Materie Prime: in rialzo le quotazioni del greggio Wti che venerdì hanno chiuso la sessione a quota 73.93 $/b (+1.97%), dopo la notizia della riduzione della produzione nel Mare del Nord a causa della chiusura di una raffineria e di lavori di manutenzione ai giacimenti. Ancora in rialzo il prezzo del piombo (+1.64%) in seguito al prolungamento della sospensione della produzione in Australia mentre continua la discesa del nichel che perde il 2.1%. Tra gli agricoli bene lo zucchero (+1.75%). Tra i preziosi lieve calo dell’oro nonostante la debolezza del Dollaro.

Copyright © MPS Finance per Wall Street Italia, Inc. Riproduzione vietata. All rights reserved