MACRO & MERCATI: OGGI FOCUS SUI DATI AMERICANI

27 Giugno 2007, di Redazione Wall Street Italia

*Questo documento e’ stato preparato da MPS Finance Banca Mobiliare S.p.A. ed e’ rivolto esclusivamente ad investitori istituzionali ovvero ad operatori qualificati, così come
definiti nell’art. 31 del Regolamento Consob n° 11522 del 1° luglio 1998 e successive modifiche ed integrazioni. Le analisi qui pubblicate non implicano responsabilita’ alcuna per Wall Street Italia, che notoriamente non svolge alcuna attivita’ di trading e pubblica tali indicazioni a puro scopo informativo. Si prega di leggere, a questo proposito, il disclaimer ufficiale
di WSI.

_______________________________________

(WSI) –
In Germania sono attesi i primi dati sui prezzi al consumo di alcuni laender. Negli Usa oggi sono attesi i dati relativi a beni durevoli di maggio.

Tassi di Interesse: un altro calo per i tassi di mercato dell’area Euro in seguito alla pubblicazione dei dati statunitensi. Il ribasso ha interessato soprattutto la parte a lungo termine della curva, portando così lo spread sul 2-10 anni a 16 pb dai 19 pb registrati lo scorso venerdì. Oggi i dati tedeschi sui prezzi al consumo essendo relativi solo ad alcuni laender non dovrebbero influenzare l’andamento dei tassi di mercato, che invece dovrebbero risentire maggiormente dei dati statunitensi. Sul dieci anni la resistenza si colloca a 4,62% mentre il primo supporto a 4,56% e il secondo a 4,50%.

Basta con le chiacchiere. Pensa a guadagnare: hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Negli Usa i tassi sono rimasti pressoché invariati, lasciando lo spread 2-10 anni stabile intorno ai 21pb. Sono invece fortemente calate breakeven aiutate dal ribasso del greggio. I dati macro hanno evidenziato un calo della fiducia dei consumatori dovuto all’elevato prezzo della benzina, ed a timori occupazionali.

I dati sulla vendita di nuove abitazioni hanno confermato i problemi del settore immobiliare, sebbene siano risultati migliori delle attese. Per oggi il dato principale sarà quello degli ordini di beni durevoli, sebbene gli operatori potrebbero risultare cauti in attesa dell’annuncio della Fed di domani. Sul tratto decennale oggi la resistenza si colloca al 5,15% mentre il supporto al 5,05%.

Valute: ieri si è assistito ad un’altra giornata di trading laterale per l’Euro/Dollaro, mentre questa notte il cross è calato grazie ai movimenti intensi che hanno coinvolto lo Yen. Per oggi il livello 1,3420 costituisce il primo supporto, il successivo passa da 1,3375. La resistenza si colloca a 1,3480. Marcato apprezzamento dello Yen nel corso della notte, probabilmente dovuto a chiusure di posizioni di carry trading (confermate dal calo marcato del listino azionario giapponese). Gli operatori potrebbero essere stati indotti alla cautela dall’ammonimento del ministro delle finanze Omi della giornata precedente. Verso Euro il supporto si colloca a 164,30 circa. Verso Dollaro un livello importante di supporto si colloca intorno 122.

Materie Prime: forte calo del greggio Wti su attese di aumento delle scorte Usa. I dati settimanali saranno rilasciati questo pomeriggio. Deboli anche i metalli industriali su timori di rallentamento delle importazioni cinesi, e rallentamento della crescita Usa. La performance peggiore è stata del nichel (-4,2%). Negativi anche i preziosi penalizzati probabilmente più dal ribasso dei listini azionari, che dal movimento del Dollaro. Tra gli agricoli, marcato rialzo del grano (+3,4%) su livelli di semina molto bassi in Canada.

Copyright © MPS Finance per Wall Street Italia, Inc. Riproduzione vietata. All rights reserved