MACRO & MERCATI: OCCHIO A FIDUCIA E TASSI

30 Gennaio 2007, di Redazione Wall Street Italia

*Questo documento e’ stato preparato da MPS Finance Banca Mobiliare S.p.A. ed e’ rivolto esclusivamente ad investitori istituzionali ovvero ad operatori qualificati, così come
definiti nell’art. 31 del Regolamento Consob n° 11522 del 1° luglio 1998 e successive modifiche ed integrazioni. Le analisi qui pubblicate non implicano responsabilita’ alcuna per Wall Street Italia, che notoriamente non svolge alcuna attivita’ di trading e pubblica tali indicazioni a puro scopo informativo. Si prega di leggere, a questo proposito, il disclaimer ufficiale
di WSI.

_______________________________________

(WSI) –
In area Euro i dati preliminari sull’inflazione tedesca in calendario oggi dovrebbero evidenziare un’accelerazione dei prezzi al consumo a gennaio, sulla scia dell’incremento dell’Iva del 3%. Negli Usa atteso in rialzo la fiducia dei consumatori di gennaio, grazie al positivo impatto del calo del greggio. Il dato potrebbe inoltre offrire importanti indicazioni in vista dei non farm payrolls di venerdì p.v.

Tassi di Interesse: in area Euro ieri i tassi di rendimento sono continuati a salire con un movimento che ha interessato tutta la curva. La pendenza di curva sul tratto 2-10 anni è rimasta pressoché stabile. Stabili anche le breakeven inflation in attesa dei dati relativi all’inflazione che saranno diffusi oggi. Il tasso decennale ha chiuso sopra il livello del 4,10%, superato il quale la prima resistenza importante passa per il 4,15%. Il comparto a 2 anni ha raggiunto l’importante resistenza del 4% confermata anche per oggi, anche se ieri sono proseguite le dichiarazioni di un esponente della Bce che ha ribadito le preoccupazioni delle autorità monetarie nei confronti dell’inflazione in un contesto di crescita robusta.

Hai gia’ provato le quotazioni in tempo reale e il book a 15 livelli dei 3200 titoli NASDAQ e dei 2764 titoli NYSE? Non morire di noia con le 299 azioni di Borsa Italiana, scopri le eccezionali performance di BOOK NASDAQ, clicca su INSIDER

Negli Usa tassi di mercato in rialzo in attesa del calendario macro di questa settimana che potrebbe supportare l’ipotesi di un andamento della crescita migliore delle attese. Il dato sulla fiducia dei consumatori potrebbe spingere i tassi decennali fino alla soglia dell’importante resistenza del 4,92%. Nel frattempo le breakeven dei Tips rimangono s stabili.

Valute: Dollaro in deprezzamento verso Euro. Il mover di rilievo è rappresentato dai dati sui prezzi al consumo tedeschi in pubblicazione a partire da oggi. Nel frattempo è attesa la continuazione dell’oscillazione ancora nel trading range 1,2930-1,3030. I dati misti rilasciati in Giappone nel corso della nottata (tasso di disoccupazione e spesa consumatori peggiori delle attese, produzione industriale migliore) hanno contribuito a mantenere il Dollaro in prossimità dei massimi degli ultimi 4 anni vs Yen. La resistenza continua a collocarsi intorno a 122,30. Lo Yen si mantiene debole anche verso Euro, con livelli di resistenza collocati a 158 circa e 158,62.

Materie Prime: in calo le quotazioni del greggio Wti in attesa dei dati sulle scorte di domani e dietro la speculazione che la domanda invernale riuscirà ad essere soddisfatta dall’offerta. Negativi gli altri comparti. Tra gli industriali, il rialzo delle scorte di rame ha spinto le quotazioni del metallo in calo del 4% circa, seguito da zinco ed alluminio. Il rafforzamento del dollaro ha invece marginalmente penalizzato il comparto dei preziosi. Ieri le quotazioni dell’oro sono scese dello 0,11%.

Copyright © MPS Finance per Wall Street Italia, Inc. Riproduzione vietata. All rights reserved