MACRO & MERCATI: BORSE OSSERVATE SPECIALI

8 Marzo 2007, di Redazione Wall Street Italia

*Questo documento e’ stato preparato da MPS Finance Banca Mobiliare S.p.A. ed e’ rivolto esclusivamente ad investitori istituzionali ovvero ad operatori qualificati, così come
definiti nell’art. 31 del Regolamento Consob n° 11522 del 1° luglio 1998 e successive modifiche ed integrazioni. Le analisi qui pubblicate non implicano responsabilita’ alcuna per Wall Street Italia, che notoriamente non svolge alcuna attivita’ di trading e pubblica tali indicazioni a puro scopo informativo. Si prega di leggere, a questo proposito, il disclaimer ufficiale
di WSI.

_______________________________________

(WSI) –
Oggi è attesa la riunione della Bce che si dovrebbe concludere con un rialzo dei tassi di 25 pb. Importante sarà la conferenza stampa successiva alla riunione in cui Trichet potrebbe fornire elementi circa le future mosse di politica monetaria.

Tassi di Interesse: ieri i tassi di interesse di mercato sono rimasti pressoché stabili ad eccezione di un rialzo sulla parte a breve in attesa della riunione della Bce di oggi. Lo spread sul tratto 2-10 anni è sceso a 4 pb. Nel caso in cui Trichet facesse percepire la possibilità di un ulteriore rialzo dei tassi nel secondo trimestre, sul comparto a due anni si dovrebbe assistere ad un ulteriore rialzo dei rendimenti che potrebbero raggiungere la resistenza del 3,96%. Sul decennale la resistenza si colloca a 3,97% ed il supporto a 3,92%.

Negli Usa tassi di interesse in calo con pendenza di curva che ha lievemente ridotto la pendenza negativa posizionandosi a –3pb. La continuazione del recupero delle borse dei mercati asiatici sta consentendo una stabilizzazione dei bruschi movimenti verificatisi sui mercati finanziari. Emergono però alcuni fattori che lasciano trasparire ancora la cautela di fondi da parte degli operatori. Tra questi ultimi si annovera la buona tenuta del mercato obbligazionario, oltre al posizionamento dell’indice Embi+ spread sempre su livelli molto vicini a quelli raggiunti dopo le prime giornate di forte calo delle borse asiatiche. Il movimento pertanto continua a presentare forti analogie con quanto accaduto nel maggio del 2006. Per oggi l’oscillazione dei tassi sul segmento decennale è attesa essere contenuta nel range 4,48-4,55%.

Valute: Dollaro in lieve deprezzamento verso Euro. Il cross continua a rimanere all’interno del trading range 1,30-1,32. Oggi l’attenzione sarà sulle parole di Trichet e più in particolare sul timing che il governatore della Bce lascerà percepire sul prossimo eventuale rialzo dei tassi. Nel frattempo dovrebbe risultare valida la resistenza a 1,32. Lo Yen torna a deprezzarsi dopo che il listino azionario giapponese ha messo a segno un forte rialzo. Verso Dollaro segnaliamo i livelli indicati ieri: supporto a 115,15, resistenze a 117 e 117,50. Verso Euro il cross si è portato poco sotto la resistenza collocata intorno a 154. Qualora Trichet lasciasse trapelare l’ipotesi di un ulteriore rialzo dei tassi in Europa nei prossimi mesi, il cross potrebbe salire fino a 154,50 circa ed anche oltre. Il supporto più vicino si colloca intorno a 152,40.

Materie Prime: il prezzo del greggio WTI è tornato vicino ai 62$/b in seguito all’inatteso declino delle scorte Usa di greggio, benzina e distillati. In crescita gli industriali guidati dai prezzi del rame e del nichel spinti dal calo delle scorte presso il Lme. Positivi anche i preziosi e gli agricoli, con questi ultimi favoriti da un annuncio della Cina che ha dichiarato di attendersi un calo della produzione nel 2007 a causa delle avverse condizioni meteo.

Copyright © Servizio Research and Strategy MPSFinance per Wall Street Italia, Inc. Riproduzione vietata. All rights reserved