Lombardo (Sicilia): “Dovrei guadagnare almeno il triplo”

20 Dicembre 2011, di Redazione Wall Street Italia

Palermo – “Se dobbiamo rapportare il mio stipendio al lavoro che faccio, come minimo dovrebbero triplicarlo. Siccome quello che faccio non lo faccio per denaro, non so quanto guadagno e quanto mi rimane in tasca. Comunque sono disposto anche ad avere metà di quello che percepisco”.

Lo ha detto il presidente della Regione siciliana, Raffaele Lombardo, rispondendo ai giornalisti sulla sua indennità, da tempo al centro di polemiche perché superiore, fra l’altro a quella dei colleghi delle altre Regioni italiane.

Dal primo settembre scorso, dopo un taglio del 10% delle indennità dei componenti della giunta regionale, Lombardo percepisce 16.650 euro netti al mese.

“Non faccio una vita di lussi – ha aggiunto Lombardo a margine di un convegno a Palermo – non bevo, non fumo, non prendo caffé e non ho distrazioni. Ho solo le tasche bucate”.

Lombardo si è poi detto favorevole a una candidatura a sindaco di Palermo del magistrato antimafia Antonio Ingroia: “E’ una cosa di cui si è parlato già un mese e mezzo fa – spiega – ma l’interessato ha escluso ogni volontà di candidatura. Per me è un’ipotesi gradita perche’ e’ una persona molto affidabile”.