Lo smoking giova ai conti di Men’s Wearhouse

9 Settembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Partenza sprint per il retailer di abbigliamento Men’s Wearhouse, che sta guadagnando al Nyse oltre 4 punti percentuali forte dei robusti conti annunciati in mattinata. Il secondo trimestre si è chiuso con un utile netto di 42,5 mln di dollari, o 80 cents ad azione, in crescita dell’8% rispetto all’analogo periodo dello scorso anno. Il dato sale a 83 cents se si escludono alcune tasse, risultando nettamente migliore delle attese degli analisti. In aumento del 2% i ricavi che si attestano a 537 mln di dollari. Ottimi i guadagni derivanti dall’affitto di smoking, che ha portato un aumento dei ricavi del 10% pesando per oltre il 26% sugli utili societari. Per il terzo trimestre Men’s Wearhouse si attende un eps di 40-47 cents (40 cents il consensus).