Live: la verità sulla crescita economica globale

1 Giugno 2012, di Redazione Wall Street Italia

New York – Primo del mese, giorno in cui istituzioni quali Markit, HSBC, RBC e JP Morgan, pubblicano il dato Pmi sull’attività manifatturiera in vari paesi. Indicatore importante, capace di muovere i mercati. Al momento è il dato deludente sul Pmi cinese a frenare i mercati asiatici e a portare il dollaro australiano in forte calo. Ma in giornata è atteso lo stesso dato per vari altri paesi. Di sotto la lista.

L’indice Pmi (purchasing managers index) sull’attività manifatturiera, si basa su un sondaggio condotto mensilmente su un gruppo campione di imprese accuratamente selezionate, per dare un segnale il più chiaro possibile di quanto in corso nel settore privato dell’economia. Vengono studiate diverse variabili e componenti, tra cui produzione, nuovi ordini, prezzi delle materie prime, importazioni e altri.

L’indicatore si basa su fatti computabili, non opinioni. Essendo raccolti utilizzando metodi identici nei diversi paesi, i dati ben si prestano per un raffronto con quelli di altri paesi. Tra i sostenitori dell’indice Pmi c’è Jim O’Neill, chairman di Goldman Sachs Asset Management, crede che tale indicatore sia il più affidabile per indicare lo stato di salute della crescita economica globale.

I VALORI

Olanda: NEVI Netherlands Manufacturing PMI — 47,6, in calo rispetto 49,0 di aprile.

Corea del Sud: HSBC South Korea Manufacturing PMI — 51,0, in calo rispetto 51,9 di aprile.

Cina: Official PMI — 50,4, in calo rispetto 53,3 di aprile.

Taiwan: HSBC Taiwan Manufacturing PMI — 50,5, in calo rispetto 51,2 di aprile.

Vietnam: HSBC Vietnam PMI — 48,3, in calo rispetto 49,5 di aprile.

Cina: HSBC China Manufacturing PMI — 48,4, in calo rispetto 49,3 di aprile.

Indonesia: HSBC Indonesia Manufacturing PMI — 48,1, in calo rispetto 50,5 di aprile.

India: HSBC India Manufacturing PMI — 54,8, in calo rispetto 54,9 di aprile.

Russia: HSBC Russia Manufacturing PMI — 53,2, in rialzo rispetto a 52,9 di aprile.

Irlanda: NCB Republic of Ireland Manufacturing PMI — 51,2, in rialzo rispetto a 50,1 di aprile.

Polonia: HSBC Poland Manufacturing PMI — 48,9, in calo rispetto 49,2 di aprile.

Turchia: HSBC Turkey Manufacturing PMI — 50,2, in calo rispetto 52,3 di aprile.

Spagna: Markit Spain Manufacturing PMI — 42,0, in calo rispetto 43,5 di aprile.

Repubblica Ceca: HSBC Czech Republic Manufacturing PMI — 47,6, in calo rispetto 49,7 di aprile.

Italia: Markit / ADACI Italy Manufacturing PMI — 44,8, in rialzo rispetto 43,5 di aprile. E’ il decimo mese consecutivo di contrazione per il comparto manifatturiero italiano a maggio, con un indice generale in lieve recupero dai minimi di aprile ma ancora ampiamente al di sotto della soglia chiave dei 50 punti.

Francia: Markit France Manufacturing PMI — 44,7 in calo rispetto 46,9 di aprile.

Germania: Markit / BME Germany Manufacturing PMI — 45,2, in calo rispetto 46,2 di aprile.

Grecia: Markit Greece Manufacturing PMI — 43,1, in rialzo rispetto 40,7 di aprile.

Regno Unito: Markit / CIPS UK Construction PMI — 45,9, in calo rispetto al 50,2 di aprile.

Australia: AiG e PwC PMI — 42,4, in calo rispetto al 43,9 di aprile.

Brasile: HSBC Brazil Manufacturing PMI — 49,3, stesso risultato di aprile.

Stati Uniti: Markit US Manufacturing PMI — 54,0, in calo rispetto al 56,0 di aprile.

Canada: RBC Canada Manufacturing PMI — 54,7, in rialzo rispetto 53,3 di aprile.