Società

LEHMAN NELLA BUFERA CERCA UN CAVALIERE BIANCO

Questa notizia è stata scritta più di un anno fa old news

Lehman Brothers a caccia di un cavaliere bianco, che possa tirarla fuori dalle magre in cui si trova: mentre monitorano attentamente gli sviluppi del mercato, le autorità americane sperano possa trovarlo in tempi brevi, così da evitare un nuovo possibile salvataggio in extremis. E se lo augura anche il mercato, che però teme il peggio.


Il titolo intanto continua ad affondare: il piano di ristrutturazione non convince Wall Street, che la penalizza pesantemente, con un’azione Lehman che vale ormai meno di cinque dollari, contro gli oltre 16 di appena un anno fa.


Il ‘Gorilla’ Richard Fuld, presidente e amministratore delegato della più piccola delle banche d’investimento americane, sarebbe impegnato – secondo rumors – in trattative con papabili acquirenti e non solo per alcuni asset della società, ma per l’intero gruppo. Goldman Sachs, da più parti indicata come possibile ‘salvatrice’ di Lehman, non sembrerebbe figurare nella lista dei possibili acquirenti, valutando – riferiscono alcune indiscrezioni – un’eventuale acquisizione “troppo dirompente”.


Fra i papabili cavalieri bianchi potrebbero esserci la giapponese Nomura Securities e la canadese Rbc. La rottura delle trattative con la coreana Kdb ha accentuato negli ultimi giorni la pressione su Lehman costretta, per far fronte al crollo dei titoli, ad anticipare la diffusione dei dati trimestrali e del piano di riorganizzazione, che non è riuscito però a placare i timori del mercato che si attendeva l’annuncio di un partner strategico in grado di apportare nuovi capitali freschi.


Secondo l’agenzia internazionale di rating Moody’s, Lehman ha bisogno proprio di “un partner finanziario forte”. Standard & Poor’s ritiene invece che Lehman abbia “risorse sufficienti” per far fronte alla mancanza di fiducia, creatasi intorno alla banca. “Avevamo ritenuto che una comunicazione da parte di Lehman avrebbe potuto calmare le acque, ma così non è stato – affermano alcuni analisti riferendosi all’anticipata diffusione dei dati trimestrali -. Ci troviamo invece con una società che zoppica da sola, che potrebbe farcela o non farcela”. “Sfortunatamente per Fuld, c’é bisogno di partner ora. Deve trovare rapidamente qualcuno che acquisti la società”.


Il Tesoro e la Sec monitorano la situazione, sperando che si risolva con una soluzione privata, visto che in caso contrario potrebbe prospettarsi un nuovo intervento statale. Una decisione che sarebbe difficile da prendere a causa anche della mancanza di un quadro legale di riferimento. E mentre gli osservatori si augurano che il segretario al Tesoro Henry Paulson trascorra il week end in pace, dedicandosi al suo passatempo preferito (il bird-watching) e non a dover salvare un altro istituto, il timore è che in caso Lehman alla fine soccombesse alle difficoltà, la tensione non farebbe altro che spostarsi, su Merrill Lynch. La crisi Lehman si sta ripercuotendo in modo evidente su tutto il settore finanziario, già in difficoltà ormai da quasi un anno, cioé dallo scoppio della crisi subprime.