LEHMAN ELIMINA LE ‘DOT COM’ DAL PORTAFOGLIO

15 Agosto 2001, di Redazione Wall Street Italia

La ‘debacle’ azionaria che negli ultimi tempi ha coinvolto molte societa’ tecnologiche a Wall Street ha costretto molte banche d’affari a far proprio un principio che i giocatori d’azzardo hanno sempre tenuto presente: nelle situazioni critiche la cosa piu’ sensata da fare e’ limare le perdite.

Lehman Brothers non e’ esclusa da questo assioma. Anzi. A guardare la performance della sua ‘recommended list’ nel secondo trimestre dell’anno, l’investiment bank ha ottenuto risultati non decisamente lusinghieri.

Con la presenza nel pacchetto di vere e proprie ‘maglie nere’ high tech come Nortel Networks Corp (NT – Nyse) , Juniper Networks Inc (JNPR – Nasdaq) e Micron Technology (MU – Nyse) i risultati del portafoglio hanno registrato una perdita del 6,8%.

Tanto che nella sua nuova lista da raccomandare la banca ha inserito tutto tranne dot-com come Harley Davidson, Waste Management Inc. e Bed Bath & Beyond.

‘Errare e’ umano. perseverare e’ diabolico’, dicevano i latini.

Ora sembra pensarla cosi’ anche Lehman.