LEHMAN BROTHERS TAGLIA STIME SU S&P 500

25 Settembre 2001, di Redazione Wall Street Italia

Jeffrey Applegate di Lehman Brothers ha tagliato le stime di fine anno sull’indice S&P 500 da 1.375 a 1.200.

Nonostante cio’, l’analista – conosciuto a Wall Street per le sue posizioni rialziste – consiglia agli investitori di non vendere ora, ma di attendere una stabilizzazione dei mercati prima di rivedere il portafoglio.

Inoltre, Lehman Brothers ha dichiarato che i suoi profitti del terzo trimestre caleranno del 32%, sebbene la banca d’investimento stia lavorando duramente per raggiungere le previsioni del mercato.

Il gruppo afferma infatti di rimanere forte, nonostante il disastro dell’11 settembre.

Lehman Bros. ha annunciato di aver conseguito utili di $309 milioni, o $1,14 per azione, nei tre mesi che si sono conclusi il 31 agosto, in ribasso dai $457 milioni, o $1,68 per titolo, ottenuti nello stesso periodo un anno fa.