Legge elettorale: tre italiani su quattro favorevoli al doppio turno

20 Dicembre 2013, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – La sentenza della Consulta ha determinato un ritorno ad un sistema proporzionale simile a quello della Prima Repubblica.

In assenza di una nuova Legge elettorale, secondo i dati del Barometro Politico di dicembre dell’Istituto Demopolis, nessuno schieramento raggiungerebbe oggi, con il “Porcellum modificato”, i 316 voti necessari per la maggioranza alla Camera dei Deputati.

“Con tre grandi minoranze sotto il 40% – sostiene il direttore di Demopolis Pietro Vento – il sistema elettorale con il quale ci si recherà alle urne sarà cruciale per l’evoluzione dello scenario politico”.

“Gli italiani non hanno un’idea precisa di pregi e difetti dei possibili sistemi, ma su due punti sembrano avere le idee chiare: il 73% vorrebbe un sistema maggioritario che garantisca un vincitore alla chiusura delle urne e la governabilità del Paese“.

“Per oltre i due terzi degli intervistati – conclude il direttore dell’Istituto Demopolis – risulta fondamentale anche la possibilità di scegliere parlamentari che siano reale espressione del proprio territorio”.

Nota informativa
I dati sono tratti dal Barometro Politico dell’Istituto Demopolis diretto da Pietro Vento. Metodologia ed approfondimenti sul sito www.demopolis.it