LE OBBLIGAZIONI SOTTOSCRITTE DAL PAPA

29 Novembre 2006, di Redazione Wall Street Italia

Ripubblichiamo la lettera di un lettore tratta dal sito dell’ Aduc – Investire informati, e relativa risposta di Giuseppe D’Orta:

Buongiorno, e come sempre grazie per quello che fate! E’ da quando ho letto domenica scorsa l’editoriale su Famiglia Cristiana che sto cercando info sul titolo sotto indicato.

Issuer: International Finance Facility for Immunisation (IFFIm)
Issuer and bond rating: AAA/Aaa/AAA
Amount: USD 1 billion
Settlement date: November 14, 2006
Coupon: 5.0% per annum
Maturity date: November 14, 2011
Issue price: 99.916%
Spread: 31 basis points over the underlying US Treasury (4.625% UST due October 31, 2011)
Interest payment dates: November 14
Listing: Luxembourg
Format: Eurobond 144a, Reg SClearing
systems: Euroclear, Clearstream and DTC
ISIN code: XS0274548287

Sembra sia quotata solo sulla Borsa Lussemburghese. Cerco per favore info su questo investimento: regolamento (possibilmente in italiano o in inglese), su quanti e quali mercati è possibile la compra/vendita, su quale piattaforma di tradingonline è possibile la contrattazione, ecc. (per queste info, se non “competono a voi” approfitto delle conoscenze dei Vs lettori!!! Che magari possono aiutarmi!). E naturalmente la Vs opinione in merito al tipo di investimento. Io solo per il fatto che sia rating AAA più il fatto che il bond è a scopo benefico (bambini) e che lo abbia sottoscritto anche il Papa, vorrei saperne di più ed investirci qualche euro.

Cordiali saluti.
Stefano, da San Vittore Olona

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Risponde Giuseppe D’Orta, consulente dell’Aduc per gli investimenti finanziari.

Il collocamento del titolo, riservato ad istituzionali, e’ gia’ avvenuto, ora lo comprerebbe sul mercato e quindi i suoi soldi andrebbero non all’emittente ma al soggetto che li vende sul mercato. I dati principali sono nella scheda che ha letto: il rating e’ il piu’ alto possibile, mentre il fattore di rischio e’ dato dalla denominazione del prestito in dollari USA e non in Euro. Queste obbligazioni sono negoziate sul cosiddetto euromercato, vale a dire gli scambi tra istituzionali che avvengono tramite i circuiti telematici come Bloomberg. La quotazione in Lussemburgo e’ di facciata e serve a consentire il possesso dei titoli anche ai soggetti che hanno, per legge o statuto, limitazioni al possesso di strumenti non quotati. Se lo vuole inserire in portafoglio, ribadendo il fatto che i suoi soldi non andrebbero all’emittente, deve pesarlo tenendo conto del rischio valutario.