LE NOTIZIE DAL FRONTE DOMINANO LE BORSE USA

20 Marzo 2003, di Redazione Wall Street Italia

Seduta all’insegna del nervosismo per i mercati americani, che come previsto si sono rivelati estremamente sensibili alle notizie provenienti dal fronte.

I DATI DI CHIUSURA





































































































































































































INDICI DI BORSA Ticker Valore Variaz %
Max 12
mesi
Min 12
mesi
Dif.(%) da max 12
mesi
Dif.(%) da min 12
mesi
Nasdaq IXIC 1402.77 0.41 1873.3 1108.5 25.12% 26.55%
DJIA DJIA 8286.60 0.26 10626.98 7197.49 22.02% 15.13%
S&P 500 SPX 875.84 0.21 1170.29 768.63 25.16% 13.95%
Nasdaq 100 NDX 1080.24 0.49 1491.31 795.25 27.56% 35.84%
INDICI DI SETTORE
(a)
Ticker Valore Variaz %
Max 12
mesi
Min 12
mesi
Dif.(%) da max 12
mesi
Dif.(%) da min 12
mesi
Internet ECM 48.60 4.09 55.83 29.2 12.95% 66.44%
Gas Naturale XNG 167.07 1.46 201.14 105.53 16.94% 58.32%
Networking NWX 151.78 1.19 250.5 79.3 39.41% 91.40%
Software GSO 109.11 1.15 170.47 77.63 35.99% 40.55%
Semiconduttori SOX 329.03 0.82 618.4 209.4 46.79% 57.13%
Hardware GHA 171.47 0.76 248.3 110.5 30.94% 55.18%
Retail RLX 278.50 0.42 345.6 243.8 19.42% 14.23%
Assicurazione DJ_INS 279.75 0.36 378.95 243.59 26.18% 14.84%
Energia DJ_ENE 182.12 0.26 229.71 169.06 20.72% 7.73%
Finananziario DJ_FIN 140.83 0.25 185.17 127.71 23.95% 10.27%
Petrolifero OIX 246.83 0.01 337.99 232.66 26.97% 6.09%
Farmaceutico DRG 297.93 -0.24 389.1 237.7 23.43% 25.34%
Wireless YLS 53.50 -0.30 72.8 31.26 26.51% 71.15%
Biotech BTK 343.83 -0.85 537.7 275.1 36.06% 24.98%
Difesa DFX 141.28 -1.31 208.15 125.9 32.13% 12.22%
Oro-Argento XAU 64.65 -2.09 89.11 54.67 27.45% 18.25%




















































































DATI
SUI MERCATI (b)
volume Nyse (*) 1434.01 VOLATILITA’/OPZIONI Valore
volume Nasdaq (*) 1570.98 Vix 35.26
volume Nasdaq 100
(*)
1259.05 Vxn 48.48
volume DJIA (*) 266.23 Index put-call ratio 0.72
titoli Nyse in
rialzo
1864 Equity put-call
ratio
0.59
titoli Nyse in
ribasso
1342 TREASURIES yield
titoli Nyse
invariati
197 scadenza a 5 anni 2.97%
titoli ai massimi-Nyse
(c)
46 scadenza a 10 anni 4.01%
titoli ai minimi-Nyse
(c)
18 scadenza a 30 anni 4.96%
titoli Nasdaq in rialzo
1730 PETROLIO prezzo/barile
titoli Nasdaq in
ribasso
1406 Future Crude $28.12
titoli Nasdaq
invariati
260 VALUTE cambio
titoli ai massimi-Nasd
(c)
61 Cambio Euro/Dollaro 1.061
titoli ai minimi-Nasd
(c)
45 Cambio Dollaro/Yen 120.28

Elaborazione dati a cura dell’Ufficio Studi di
WallStreetItalia





LEGENDA:
(a) gli indici di settore sono ordinati in
base alla performance giornaliera
(b) le quotazioni sono rilevate al momento
della chiusura dei mercati di riferimento
(16:00 – 22:00 ora
italiana)
(*) milioni di pezzi scambiati
(c) il valore si riferisce al
numero di titoli scambiati sul Nyse e sul Nasdaq
che hanno raggiunto i
nuovi massimi e minimi degli ultimi 12 mesi nella seduta odierna








































CONTRATTI FUTURE SU SADDAM HUSSEIN
Scadenza Chiusura Variaz % Volumi
31 MARZO 2003 58 -3 51100
30 APRILE 2003 90 +3 14400
31 MAGGIO 2003 97 +5 6522
30 GIUGNO 2003 96 +2 21300
Come si leggono i future su Saddam?


IL COMMENTO DELLA SEDUTA

“Il mercato e’ assolutamente dominato dalle indicazioni provenienti dall’Iraq – spiega Francesco Leone, responsabile dell’ufficio studi di Wall Street Italia -. Fare trading in questo momento e’ ancora piu’ difficile del solito. Mentre di norma si tratta di valutare l’impatto dei dati aziendali o macroeconomici sul mercato, oggi si tratta di accedere alle informazioni prima degli altri, e sperare di non incappare in una delle notizie false che caratterizzano tutte le guerre.

Un esempio per tutti: dopo che la settimana scorsa Saddam Hussein aveva detto che non avrebbe incendiato i pozzi di petrolio, oggi quattro giacimenti sono stati dati alle fiamme. Il prezzo del petrolio e’ cosi’ schizzato verso l’alto, per poi scendere di oltre un dollaro e mezzo dopo il nuovo raid USA su Baghdad, lasciando gli investitori ad inseguire notizie poco chiare e contraddittorie.

Impossibile quindi parlare di strategie di medio-lungo periodo. Oggi piu’ che mai si tratta di un mercato per trader esperti, in grado di cambiare strategia velocemente, e non per piccoli investitori”.

In territorio negativo per la prima parte della seduta, gli indici hanno limato nettamente le perdite a fine mattinata, sull’onda del primo attacco via terra USA, per poi mettere a segno un piccolo rally dopo il secondo raid aereo su Baghdad. I bombardieri hanno colpito il quartiere d’elite di al-Karkh e due palazzi di Saddam Hussein nei pressi del fiume Tigri.

Contemporaneamente al mini-rally di borsa, al mercato obbligazionario il rendimento sui bond decennali si e’ portato al 4,01%, per poi ritracciare.

In forte calo il prezzo del petrolio, che al New York Mercantile Exchange e’ arrivato a toccare i $27,90 al barile.

Al mercato valutario, il dollaro ha continuato a guadagnare terreno nei confronti dell’euro. Gli esperti ritengono comunque che il biglietto verde tornera’ ad indebolirsi, con la moneta europea che entro fine anno sara’ a $1,15.

In ribasso l’oro, bene rifugio per eccellenza. Ricordiamo che generalmente il metallo giallo e il dollaro sono inversamente correlati.

Vedi anche:

MERCATI: OCCHIO ALLE TRAPPOLE IN TEMPO DI GUERRA

I MERCATI SCOMMETTONO SULL’ATTACCO VIA TERRA

Per tutti i dettagli sui titoli che hanno movimentato la seduta odierna clicca su WSI TITOLI CALDI, in INSIDER.