Le dichiarazioni di Swisscom spengono gli ardori di Fastweb

2 Settembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Deciso cambio di rotta per Fastweb rispetto alla vigilia, che ha visto le quotazioni del titolo schizzare al rialzo in scia a voci di delisting. La compagnia di tlc mostra ora a Piazza Affari un calo dell’1,58% a 13,09 euro con volumi di scambio nettamente superiori alla media mensile. La controllante Swisscom ha dichiarato stamane di non aver ancora preso decisioni in merito ad un eventuale acquisto di quote di minoranza. “Un acquisto di quote di minoranza in Fastweb comporterebbe sia vantaggi che svantaggi” afferma la società in una nota. “Da un lato, siamo convinti che l’aumento della nostra quota di partecipazione dall’attuale 82% al 100% costituirebbe un buon investimento. D’altro canto, un investimento di questo genere limiterebbe il nostro margine di manovra a livello finanziario. Spetta a noi valutare i vantaggi di un acquisto di quote di minoranza rispetto ad altre possibili alternative. Non abbiamo ancora preso alcuna decisione a tale proposito”.