Le borse europee tentano rimbalzo in scia all’Asia

26 Maggio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Avvio di seduta all’insegna degli acquisti sull’azionario europeo, che tenta un rimbalzo dopo la debacle della vigilia che ha portato gli indici sui minimi di nove mesi. A dare coraggio la ripresa sul finale di Wall Street e la buona performance di Tokyo e dell’Asia, dove anche Seoul ha ripreso terreno nonostante le gravi tensioni tra la Corea del Sud e quella del Nord. Restano sullo sfondo le incertezze per il destino finanziario dell’Eurozona e del sistema bancario europeo dopo il tracollo del banco spagnolo CajaSur, oltre che i problemi tra le due Coree. Il persistente clima di incertezza continua a riflettersi chiaramente sull’andamento dell’euro, che resta debole nei confronti del dollaro a 1,2285 usd e dello yen a 110,78 yen. In fase ribassista anche il petrolio con i furures sul Light Crude in scadenza a luglio che quotano a 69,41 dollari, complice anche la forza della valuta statunitense. L’agenda macro europea non presenta dati ad eccezione della fiducia delle imprese e i consumi familiari francesi, risultati in miglioramento per quanto riguarda la fiducia, in calo per quanto riguarda i consumi. In arrivo dagli Stati Uniti gli ordini di beni durevoli, la vendita di case nuove e le scorte di greggio. Sulle prime battute Parigi mostra un guadagno del 2,25% a 3.406 punti, seguita a ruota da Madrid +2,06% a 9.190, Bruxelles +1,94% a 2.373, Amsterdam +1,55% a 309 e Londra +1,40% che torna sopra quota 5.000, precisamente a 5.009. Bene anche il Dax +1,33% a 5.745.