Le borse europee restano caute in attesa della BCE

2 Settembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – C’è qualche timido segno di recupero nel panorama finanziario europeo a metà giornata, ma le maggiori piazze continentali restano prevalentemente impostate alla cautela, in attesa degli esiti della riunione di politica monetaria della BCE e di alcuni importanti dati economici americani. Anche l’andamento prudente dei futures a stelle e strisce non consente ai mercati un recupero più deciso, in vista della pubblicazione dei dati sugli ordinativi all’industria e sulle richieste di sussidio alla disoccupazione. in calendario anche il dato sulla produttività ed il costo del lavoro ed un dato sul mercato immobiliare. Intanto, buone nuove sono giunte dalla Zona Euro, dove la crescita tendenziale è stata rivista al rialzo all’1,9% dall’1,7% della stima preliminare, confermando un incremento del PIL dell’1% rispetto al trimestre precedente. Ora gli occhi sono puntati sulla riunione della BCE, che annuncerà le decisioni di politica monetaria fra circa un’ora, mentre Trichet farà il suo consueto intervento dinanzi alla stampa nel primo pomeriggio. Atteso anche un intervento del numero uno della FED, Ben Bernanke, che riferirà alla commissione di inchiesta sulla crisi finanziaria. L’euro si conferma in recupero a 1,282 USD (+0,16%), mentre il petrolio viaggia sui 73 dollari al barile. Fra le borse europee si segnala il recupero di Bruxelles, che guadagna lo 0,11%, ed Amsterdam, che sale dello 0,06%. IN rosso resta Parigi, che cede lo 0,16%, in linea con la performance di Londra -0,17%. Peggio fanno i mercati di Zurigo -0,25%, Madrid -0,24% e Francoforte -0,24%. A livello settoriale va segnalato il recupero dell’auto +0,87%, a dispetto dei pessimi dati sulle vendite di agosto. Restano al palo le tlc, assieme alle utilities.