LE BANCHE FANNO I CONTI IN TASCA A FIAT

24 Maggio 2002, di Redazione Wall Street Italia

Le banche si stringono intorno a Fiat per valutare la situazione del Lingotto.

Secondo la ricostruzione fatta da un importante quotidiano finanziario, IntesaBci, Banca di Roma e San Paolo Imi, i principali finanziatori del colosso torinese dell’auto, si sarebbero incontrati segretamente per discutere del piano di ristrutturazione.

Mancavano, secondo la ricostruzione del quotidiano, i vertici di Unicredito, i più esposti verso Fiat, con circa €2,8 miliardi.

Sul rapporto tra le banche e la casa torinese pesa l’altolà della Banca d’Italia sulla esposizione delle banche: nei mesi scorsi, infatti, Bankitalia avrebbe intimato Banca di Roma e San Paolo Imi di non concedere ulteriori finanziamenti a Fiat.

Questo è uno dei motivi che spiega il rifiuto dell’isituto di credito torinese di non intervenire nel finanziamento di Italenergia.

Per le quotazioni e i grafici IN TEMPO REALE di tutti i titoli azionari quotati a Piazza Affari, forniti da Borsa Italiana e relativi agli indici Mibtel, Mib30, Nuovo Mercato, Midex, Mibtes, Star, e inoltre per le convertibili, i derivati su titoli, indici (covered warrant) e per l’after hours, clicca in MERCATI nella sezione PIAZZA AFFARI.