Le auto elettriche rendono, Tesla stima +50% nei ricavi

18 Febbraio 2011, di Redazione Wall Street Italia

Ricavi 2011 in rialzo del 50%. E’ questo il target di Tesla Motor, fiduciosa sull’andamento della domanda delle sue auto elettriche e batterie. Il gruppo californiano, fondato nel 2003 e sbarcato sul Nasdaq lo scorso 29 giugno (TSLA), ha comunicato di aspettarsi ricavi tra $160 e $175 milioni, piu’ dei $152 milioni attesi in media dagli analisti interpellati da Bloomberg. Nell’esercizio fiscale 2010 e’ stata toccata quota $116,7 milioni.

La societa’ punta a diventare leader nel settore delle auto elettriche, forte dell’accordo stretto con Toyota (azionista con il 3,2%) e Daimler (possiede l’8% di Tesla). Aumentati gli investimenti sul prossimo modello da $57.400, Model S, che verra’ prodotto a Fremont (California), in una fabbrica in jv con la casa automobilistica giapponese. L’obiettivo e’ vendere circa 20.000 unita’ all’anno.

Altri benefici arriveranno dalle vendite al gruppo tedesco di batterie usate per la versione elettrica della Smart. Daimler ha infatti alzato gli ordini da 300 a 1.800 pezzi. Tesla ricevera’ fondi anche da Toyota per la realizzazione di batteria, motore, trasmissione e software per la RAV4 EV, che verra’ messa in vendita nel 2012.

Dopo il lancio del Model S tocchera’ a Model X il cui concept verra’ presentato alla fine di quest’anno. Serviranno $150 milioni per coprire i costi per lo sviluppo di questo modello. Tesla ha gia’ capitale sufficiente per la realizzazione di Model S.

Il titolo Tesla ha debuttato in borsa a $17 per azione, al di sopra della forchetta $14-16. Ora vale poco piu’ di $23 ma e’ arrivato a sfiorare i $36 alla fine dello scorso novembre.