Lavoro: Coldiretti, aumentano dipendenti in agricoltura con vaucher

23 Settembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – In netta controtendenza rispetto agli altri settori, fanno registrare un aumento record del 16,3 per cento i lavoratori dipendenti impegnati in agricoltura dove si rileva peraltro la piu’ alta percentuale di impiego dei buoni lavoro o voucher. E’ quanto afferma la Coldiretti, in riferimento ai dati Istat sulla disoccupazione nel secondo trimestre del 2010, nel sottolineare che l’aumento dei lavoratori dipendenti del settore primario si è verificato sia nel Mezzogiorno (+ 15,1 per cento), nel centro (+ 21,3 per cento) e al nord (+ 16,2 per cento) con una crescita record del 27,9 per cento nel nord est. Con 472mila dipendenti nel secondo trimestre dell’anno, l’agricoltura – sottolinea la Coldiretti – si conferma come un settore in grado di offrire opportunità di occupazione anche in tempi di crisi, secondo la Coldiretti a cui fanno riferimento il maggior numero di imprese che assumono lavoratori nel settore. Lo dimostra l’esperienza dei buoni lavoro tenuto conto che in agricoltura – precisa la Coldiretti – sono stati utilizzati quasi un terzo (29 per cento) degli 7.452.579 buoni cartacei per venduti in Italia dall’1 agosto 2008 al 3 settembre 2010 secondo l’Inps. Le previsioni di impiego – conclude la Coldiretti – sono positive anche per la vendemmia autunnale che si preannuncia buona dal punto di vista qualitativo e sostanzialmente stabile dal punto di vista quantitativo.