Lactalis: opa in atto, ora sopra il 50% di Parmalat

8 Luglio 2011, di Redazione Wall Street Italia

Milano – Avvio in rialzo per l’ultima seduta di questa ottava sulle attese che i dati sul mercato del lavoro Usa di oggi pomeriggio indichino che la ripresa economica della prima economia mondiale è sulla buona strada.

Ieri Wall Street aveva chiuso gli scambi in buon progresso favorita dai dati incoraggianti pubblicati sul fronte del lavoro (Dow Jones +0,74%, S&P500 +1,05%, Nasdaq100 +1,44%), bene anche l’Asia-Pacifico con il Nikkei in avanzamento dello 0,66% dopo aver toccato un massimo di quattro mesi guidato dai titoli delle costruzioni (rialzo di quasi l’1% per Hong Kong, sale dell’1% anche Sidney).

EVENTI SOCIETARI

MPS (EUR0,5315): la ricapitalizzazione avrebbe già superato il 95% delle adesioni e potrebbe concludersi con un tutto esaurito o quasi; lo scrive MF.

FIAT (EUR7,49): ha deciso di chiudere per almeno una settimana lo stabilimento argentino di Cordoba e potrebbe fermare, sempre per una settimana, quello brasiliano di Betim, presso Belo Horizonte. Lo scrive MF.

PARMALAT (EUR2,562): Lactalis, con le adesioni giunte sino a oggi all’Opa lanciata su 71% del capitale, è salita appena sopra il 50% di Parmalat.

TELECOM IT (EUR0,903): ha approvato ieri l’avvio del piano di incentivazione di lungo termine per una parte della dirigenza del gruppo.

MACRO, CAMBI E COMMODITIES

L’agenda macro prevede soprattutto il dato Usa sugli occupati non agricoli di giugno. Dopo che nel settore privato sono emersi più occupati del previsto, le stime per il dato di oggi sono per un aumento di 90.000 posti di lavoro dopo i +54.000 del mese precedente. Atteso anche il dato relativo al tasso di disoccupazione che dovrebbe attestarsi al 9,1%, in linea con la rilevazione di maggio. Previsto infine il dato relativo alle scorte all’ingrosso che a maggio dovrebbero salire dello 0,7% rispetto allo 0,8% precedente.

Eur/Usd poco mosso in area 1,435 in attesa dei dati macro di oggi e che la Bce fornisca come promesso liquidità agli istituti portoghesi, poco variati anche il Wti Usa ed il Brent londinese.

Bund future in lieve calo a 125.9.

Copyright © UNICREDIT per Wall Street Italia, Inc. Riproduzione vietata. All rights reserved

*Questo documento e’ stato preparato da UniCredit Bank AG. Le analisi qui pubblicate non implicano responsabilita’ alcuna per Wall Street Italia, che notoriamente non svolge alcuna attivita’ di trading e pubblica tali indicazioni a puro scopo informativo. Si prega di leggere, a questo proposito il disclaimer ufficiale di WSI.