La7 travolta da crisi, giornalisti senza stipendio da 15 giorni

12 Giugno 2013, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – La redazione pagata in ritardo, i giornalisti dei programmi di rete (come l’Aria che tira o In onda) senza stipendio da 15 giorni e con la proposta di rinnovo di contratto con un taglio netto di almeno il 10%, fornitori alla porta col cappello in mano che per tutta risposta vengono invitati ad accettare proposte di transazione per la metà dei loro crediti: sarebbe questa, stando a spifferi interni, la situazione in queste ore a La7.

Mentre Urbano Cairo e il suo staff continuano a dire che tutto è sotto controllo la tensione tra i dipendenti (molti con problemi a pagare l’affitto) sale e a conduttori come, Gruber e Formigli, Luca Telese e Mirta Merlino vengono proposti contratti con un taglio netto del 30%. I dipendenti coinvolti dall’austerity sarebbero tra i 20 e i 50.

Tra i fornitori, il bar ristorante all’angolo pare vanterebbe crediti per 100mila euro e la proprietà avrebbe proposto una “transazione” per 40mila. E proprio in quel bar, ogni mattina, la litanìa sarebbe sempre la stessa: “Ahò, ma a te t’hanno pagato?”.

In questo quadro, anche Santoro (400 mila euro a puntata) si starebbe guardando intorno…

Il contenuto di questo articolo, pubblicato da Copyright © Il Fatto Quotidiano. All rights reserved – che ringraziamo – esprime il pensiero dell’ autore e non necessariamente rappresenta la linea editoriale di Wall Street Italia, che rimane autonoma e indipendente.

Copyright © Il Fatto Quotidiano. All rights reserved