La via di fuga di Draghi: OMT

25 Ottobre 2018, di Francesco Melillo

OMT , acronimo di Outright Monetary Transactions.

Draghi indica una possibile strada, ovvero l’OMT, che anticipa anche la risposta di Savona che addita alla BCE il ruolo di controllare lo spread.

Con le OMT la BCE acquista titoli di Stato a breve termine dei Paesi membri che abbiano avviato un programma di aiuto finanziario o un programma precauzionale con il Meccanismo Europeo di Stabilità o con la Struttura Europea per la Stabilità Finanziaria.

Draghi ribadisce che il ruolo della BCE è il controllo della politica monetaria e non quello di finanziare il debito pubblico dei Paesi membri dalle finanze allegre come l’Italia sta tornando a fare. Le stesse OMT sono strumenti di emergenza.

Il rischio che le banche che hanno perso in alcuni casi anche il 50% della loro capitalizzazione dall’insediamento del nuovo Governo in Italia, per la quantità di titoli di debito pubblico italiano in pancia, rappresentano un campanello d’allarme da monitorare.

Ma questo contesto, non rappresenta al momento motivo di particolare allarme, visto il buon andamento di inflazione ed occupazione in Europa.

Pertanto, il messaggio per l’Italia è molto chiaro.

 

La politica monetaria, come previsto rimarrà accomodante fin quando sarà necessario, ma occorre approfittarne per mettere “fieno in cascina” per quando finirà al fine di avere margini di manovra. L’Italia con l’allargamento dello spread rispetto alla Germania e con l’avvicinamento al livello dei bond greci, rischia di compromettere questa opportunità, come lo stesso ministro Tria ha ricordato, evidenziando che questi livelli di spread non sono sostenibili a lungo.

Ulteriori approfondimenti dell’autore sul tema sono disponibili sul blog dell’autore che segue al link: BuyMarket – Finanza.


Per ulteriori dettagli contattaci cliccando qui.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo. Può essere modificato in qualsiasi momento. NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.