“La trasparenza ci consente di sfruttare al massimo il quinto carburante”, afferma Landis+Gyr a

25 Febbraio 2010, di Redazione Wall Street Italia

Il concetto dell’efficienza energetica, chiamata spesso “il quinto carburante” e lo smart metering sono attualmente soggetto di discussione a livello delle istituzioni europee. In occasione di un dibattito organizzato dall’European Energy Forum presso il Parlamento Europeo a Bruxelles, Landis+Gyr ha illustrato le possibilità di sfruttare al massimo l’uso del quinto carburante. “Lo smart metering non è solo il primo passo essenziale verso la smart grid, è anche la sua connessione con il consumatore finale, la casa intelligente e la microgenerazione nonché la generazione decentralizzata,” ha affermato Cameron O’Reilly, CEO di Landis+Gyr, parlando al pubblico delle istituzioni europee, tra cui vari membri del Parlamento Europeo. “Nessuna iniziativa per aumentare l’efficienza dell’energia potrà avere successo senza il coinvolgimento di un consumatore finale ben informato, e per raggiungere quest’obiettivo è indispensabile che questi possa disporre di informazioni dirette e in tempo reale tramite il feedback fornito da un display in-home.” O’Reilly ha tenuto il suo discorso in un momento maturo per l’aumento d’importanza dell’efficienza dell’energia: questi è infatti l’unico obiettivo 20-20-20 dell’UE che ancora non è ancorato nella legislazione. Nel suo ultimo rapporto dedicato alla creazione di efficienza dell’energia tramite l’informazione degli utenti finali (“Creating Energy Efficiency through Informing End Users”) Landis+Gyr dimostra che lo smart metering, combinato con il feedback diretto ai consumatori sull’uso e i costi dell’energia, porterà a un aumento di efficienza importante, e l’azienda l’ha reso possibile sviluppando un display in-home, l’ecoMeter, o contatore ecologico. “In ultima analisi, è la trasparenza che ci consente di sfruttare al massimo il quinto carburante,” ha concluso O’Reilly. L’European Energy Forum si è riunito in concomitanza con le due giornate della conferenza in corso della Commissione Europea sull’uso della tecnologia per l’informazione e le comunicazioni, nel corso della quale si sta discutendo dello smart metering tramite la valutazione di casi concreti, con riferimento a città “intelligenti” e nell’ambito di un dibattito politico generale su come accelerare l’implementazione dello smart metering in tutta l’UE. Riconoscendo l’importanza della questione Landis+Gyr si è impegnata attivamente nel dibattito, fornendo agli stakeholder informazioni affidabili sui contatori intelligenti e la riduzione della domanda di energia che essi consentono di realizzare. In una riunione separata, la Commissione per l’Energia del Parlamento Europeo ha discusso ieri un rapporto sulla possibilità di mobilitare le risorse tecnologiche per l’informazione e le comunicazioni allo scopo di realizzare una transizione verso un’economia basata su un’energia efficiente e a basse emissioni di carbonio. L’italiana Patrizia Toia, membro del Parlamento Europeo e autrice del rapporto, afferma che “non vi è tempo da perdere per la promozione dello smart metering” e chiede alla Commissione una comunicazione ufficiale che identifichi gli ostacoli alla diffusione dell’uso dello smart metering, oltre a stabilire una roadmap per la sua implementazione graduale in tutta l’Unione Europea. L’implementazione dello smart metering, che porterà come risultato a consentire ai consumatori di partecipare attivamente al mercato dell’energia, è il primo passo verso la creazione di una ‘Smart Grid’, una rete elettrica che può integrare intelligentemente le azioni di tutti gli utenti collegati: generatori, consumatori e chi svolge contemporaneamente il duplice ruolo, allo scopo di offrire con efficienza una fornitura di elettricità sostenibile, economica e sicura. Il movimento verso lo sviluppo della smart grid sta diventando sempre più forte: l’UE ha annunciato recentemente il terzo pacchetto per l’energia, di cui fa parte anche una Direttiva secondo cui almeno l’80 percento delle abitazioni dovranno essere dotate di un contatore intelligente entro il 2020, per arrivare al 100 percento entro il 2022. Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l’unico giuridicamente valido.

Landis+GyrJohn HarrisVicepresidente e Responsabile per le comunicazioni EMEATel. +41 41 935 6439E-mail [email protected]