La Thailandia taglia il costo del denaro

18 Gennaio 2007, di Redazione Wall Street Italia

La Banca di Thailandia taglia i tassi di interesse per sostenere la crescita economica. E’ la prima volta dal 2003 che Bangkok abbassa il costo del denaro. La Banca centrale per la prima volta adotta un tasso di rifinanziamento a un giorno, fissandolo al 4,75 per cento, contro il precedente tasso chiave del 4,9375. L’istituto rileva che le pressioni inflazionistiche si attenuano. L’economia è indebolita dalla decisione del Governo di introdurre restrizioni agli investimenti e ai capitali esteri.