La strategia migliore per investire? Affidarsi al caso

22 Marzo 2013, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Dimenticate formule matematiche complesse, algoritmi e analisi tecnica. La migliore strategia per investire in Borsa resta quella di investire seguendo il puro caso. E’ la teoria sostenuta da un gruppo di studiosi della Cornell University che ha recentemente pubblicato una ricerca dal titolo “Le strategie random di trading sono hanno più successo di quelle tecniche” (A.E.Biondo, A.Pluchino, A.Rapisarda, D.Helbing).

La loro ipotesi prende le mosse da un’idea di base: che la conoscenza dei mercati – non importa quanto approfondita – resta comunque sempre limitata. Anzi, talvolta il fatto di essere esperti può risultare addirittura controproducente in quanto spinge gli investitori ad intravedere vedere modelli che in realtà non ci sono, inducendo a compiere errori.

Per determinare la migliore strategia di trading, i ricercatori della Cornel UNiversity hanno preso in esame i dati provenienti da quattro diversi indici azionari: il FTSE, il FTSE MIB, il DAX e l’S&P 500 per un periodo di 10-15 anni. Hanno poi messo a confronto la loro strategia d’investimento casuale a quattro differenti strategie tradizionali di investimento. Il risultato principale che è venuto fuori è stato che nel lungo periodo, tutte le strategie messe in campo hanno portato più o meno agli stessi risultati.

Nel più breve periodo, invece, alcune strategie hanno mostrato una migliore performance rispetto ad un investimento casuale. E ancora, se alcune strategie tradizionali si sono rivelate vincenti per un indice, nessuna è risultata la migliore per i quattro indici. Di conseguenza, gli autori hanno concluso che, se una strategia si è rivelata efficace per un determinato indice “si è trattato di una pura coincidenza“.