La semestrale e il nuovo AD non scaldano Ubi Banca

30 Agosto 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – I conti e il cambio al vertice non esaltano Ubi Banca, che mostra sul paniere del Ftse Mib una limatura dello 0,21% a 7,18 euro. Venerdì a contrattazioni terminate la compagnia ha diffuso i conti relativi al primo semestre, evidenziando un utile netto in calo a 102,1 milioni di euro rispetto ai 125,9 mln dello scorso anno. In flessione i proventi operativi (-13,9% a 1,723 mld) e il margine d’interesse (-17,2% a 1,050,8 mld), mentre le commissioni nette migliorano del 3,8% a 607,6 milioni. Il Core Tier 1 si attesta al 7,34%, il Tier 1 al 7,86% e il Total capital ratio all’11,86%, in presenza di una crescita degli impieghi e includendo la quota di competenza del semestre di un’ipotesi di dividendo. Sempre venerdì sera Ubi Banca ha annunciato un importante cambio al vertice: Graziano Caldiani subentrerà a Riccardo Sora, in pensionamento, nella carica di Direttore Generale a partire dal primo ottobre.