La Merkel tassa le banche

26 Agosto 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Il governo tedesco ha varato ieri una nuova tassa sulle banche, per creare un fondo da oltre 1 miliardo di euro l’anno destinato a coprire i costi di future crisi finanziarie con mezzi autofinanziati, senza essere così costretti a prelevare denaro dalle tasche dei contribuenti. Prevista anche una serie di strumenti per permettere una cosiddetta ‘insolvenza ordinata’ degli istituti di credito attraverso la creazione di una ‘bad bank’. Il provvedimento, che diventerà legge probabilmente a gennaio dopo il vaglio del Parlamento, si è reso necessario a seguito della profonda crisi del settore creditizio nata con il fallimento della banca d’investimento statunitense Lehman Brothers due anni fa.