La Mafia spaventa i turisti stranieri? Skyscanner investiga

19 Luglio 2010, di Redazione Wall Street Italia

Notizie come la recente retata con 300 arresti nei confronti della ‘ndrangheta calabrese, a partire dal boss Oppedisano, hanno fatto il giro del mondo. Importanti e diffusi anche i libri-inchiesta come Gomorra, dello scrittore Roberto Saviano, in cui vengono svelati i meccanismi locali della Camorra. Il giovane scrittore ha venduto oltre 2 milioni di copie in Italia e 3 milioni e mezzo nel mondo. A far conoscere la “cultura” mafiosa in modo diffuso ci hanno pensato anche i grandi classici, come ovviamente il film “Il Padrino” di Coppola. Davvero la notorietà della Mafia, tra fiction, cultura e cronaca, può influenzare la scelta dei viaggi verso il Belpaese? Il seguente elenco è riferito alle percentuali sul totale dei voli ricercati da utenti stranieri (non-italiani) su Skyscanner, tra maggio e luglio 2010, verso il Meridione italiano e due città del Nord a scopo comparativo: Palermo 2% Catania 3% Napoli 4% Brindisi 1% Milano 15% Venezia 11% Qui di seguito riportiamo l’interesse generale degli utenti italiani di Skyscanner.it per i voli verso il Sud del paese, sempre tra maggio e luglio: Palermo 8% Catania 8% Napoli 5% Brindisi 3% Milano 21% Venezia 11% La percentuale di ricerche di voli verso l’Italia meridionale dall’estero è più bassa rispetto ai voli locali. Ad esempio i voli per Palermo raggiungono l’8% delle ricerche italiane locali ed è la terza destinazione nazionale più popolare, mentre le ricerche internazionali verso Palermo si fermano al 2%, la nona città italiana più ricercata. I turisti provenienti dall’estero sono forse più condizionati dalle storie sulla mafia rispetto agli italiani e preferiscono volare su altre città, magari cercandosi dei voli per Milano? Yara Paoli, Country Manager dell’Italia ha così commentato: “In seguito ad una conversazione con un paio di turisti i quali, poiché spaventati dalle storie di Mafia, hanno preferito non programmare vacanze in Italia, ho iniziato a chiedermi se questa fosse un’opinione diffusa ed ero molto curiosa di vedere se i dati sulle ricerche di Skyscanner potessero supportare questa ipotesi. Credo che i risultati siano veramente interessanti – prosegue Paoli – e che suggeriscano che la paura della Mafia ha fatto in modo che alcuni turisti abbiano evitato l’Italia come destinazione. Naturalmente ci sono molti altri fattori che influenzano la scelta di un viaggio, quindi quanto rilevato non è un aspetto determinante in assoluto”. Chi è Skyscanner Skyscanner è uno dei principali motori di ricerca di voli economici. Fornisce la comparazione istantanea dei prezzi dei voli per oltre 670.000 rotte.

Ufficio Stampa – ContattiYara Paoliyarap@skyscanner.itwww.skyscanner.itTel. sede italiana: 0461 1866419