La IATA dice “no” alla tassa tedesca sulle partenze

8 Giugno 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Reazione negativa della IATA alla nuova tassa imposta dalla Germania sull’aviazione. In una nota apparsa sul proprio sito, la International Air Transport Association si è espressamente detta contraria all’onere sulle partenze dagli aereoporti tedeschi che frutterà a Berlino circa un miliardo di euro l’anno. Tale tassa, afferma la IATA, è stata bollata come iniziativa ambientale e dovrebbe servire per ridurre l’inquinamento. “Il cambaimento climatico è un problema mondiale – ha affermato il direttore generale e ceo della IATA Giovanni Bisignani – La soluzione richiede un approccio unanime, non scoordinate tasse a livello regionale”.