La guerra della moda: famiglia Hermes respinge scalata Arnault

3 Novembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

Alta tensione a Parigi per il controllo di uno dei più famosi marchi del lusso. La famiglia Hermès e la direzione del gruppo omonimo hanno chiesto infatti a Bernard Arnault, il patron del colosso del lusso Lvhm, di ritirarsi dal capitale della loro società dove si è inserito a sorpresa una decina di giorni fa. “Signor Arnault, se vuole essere un amico, deve ritirarsi”, affermano Bertrand Puech e Patrick Thomas, i due dirigenti di Hermes, in una intervista pubblicata oggi dal Figaro.

La famiglia è “unanime” su questo punto, precisano Puech e Thomas. Lvmh ha annunciato una decina di giorni fa di detenere il 17% del capitale del suo concorrente Hermès, società quotata in Borsa ma controllata per il 73% dalla famiglia Hermès. Secondo Arnault, si tratta di una partecipazione “amichevole”, mentre la famiglia Hermès sostiene che abbia “lanciato una scalata”.

Puech e Thomas hanno inoltre rivelato a Figaro di aver incontrato Arnault il lunedì successivo all’annuncio di Lvmh. “E’ stato un incontro cortese e franco”, ha dichiarato Puech. “Gli abbiamo detto che consideravamo il suo intervento amichevole”, ha aggiunto Thomas. I due dirigenti hanno infine detto di “porsi diverse domande” a proposito dei mezzi di acquisizione di questo 17% e di avere “fiducia” nell’Autority dei mercati finanziari che dovrà pronunciarsi sull’operazione.