La Germania ha vinto i Mondiali ma la sua economia si sta congelando

16 Luglio 2014, di Redazione Wall Street Italia

BERLINO (WSI) – A differenza della sua nazionale di calcio, la Germania è diventata troppo compiacente e il passaggio repentino verso l’energia verde è a rischio ora che la crescita sta rallentando pericolosamente.

All’origine della frenata registrata nei mesi scorsi una serie di fattori, tra cui il riequlibrio in Asia (riduzione delle importazioni di beni primari e affidamento maggiore in quelli interni), le politiche energetiche troppo dipendenti dalla Russia e infine il nuovo minimo slariale, con una ‘Grosse Coalition’ che ha bloccato o meglio messo temporaneamente in pausa i progressi che erano stati fatti nel mercato del lavoro.

È questa in sintesi l’analisi dell’economista di Saxo Bank Steen Jakobsen.

Produzione industriale e fiducia delle imprese sono in calo progressivo. Questo significa che nonostante rendimenti nell’Europa core virtuosa destinati a toccare nuovi minimi, il mondo industrializzato sta producendo una crescita pari a zero.

Visto lo scenario attuale, conviene scommettere su Bund e Treasuries.