La generazione che preferisce Facebook allo stipendio

10 Novembre 2011, di Redazione Wall Street Italia

Roma – Se avete impiegati ventenni, non bloccate loro l’accesso a Facebook, potrebbero ribellarsi. Essendo cresciuti a pane e internet e non conoscendo epoca senza computer, per i “nativi digitali” della generazione Y l’accesso a internet e ai social media è piuttosto importante. Per il 56% degli americani tra i 21 e i 29 anni, è addirittura fondamentale: senza accesso ai social media, rifiuterebbero un posto lavoro.

In occasione del suo secondo Connected World Technology Report, Cisco Systems ha intervistato 1.400 studenti e 1.400 giovani professionisti tra i 21 e i 29 anni in 14 Paesi, per scoprire le loro abitudini tecnologiche. E i risultati sono, a dir poco, sorprendenti: “Uno su tre attribuisce a internet la stessa importanza che dà a beni fondamentali come acqua e cibo. Oltre metà di essi ha detto che non potrebbe vivere senza internet e la definisce parte integrante della propria vita”.

Ma, per alcuni, internet è addirittura più importante dei soldi. Il 40% degli studenti e il 45% dei professionisti intervistati hanno detto che accetterebbero uno stipendio minore in cambio di un migliore accesso ai social media e di maggiore autonomia nella scelta dei dispositivi tecnologici.

Ma volete realmente sapere quanto è importante internet per gli intervistati? Il 64% di essi ha risposto che preferirebbe un accesso alla rete piuttosto che una macchina e il 40% di essi ha detto che internet è più importante di un appuntamento romantico, della musica e delle uscite con gli amici. Metà degli intervistati preferirebbe perdere il portafogli piuttosto che il proprio smartphone.

Nessun altro tipo di tecnologia (libri, televisione, giornali) ha ottenuto risultati paragonabili. Il 20% degli intervistati ha affermato di non aver acquistato un libro negli ultimi due anni; mentre solo uno su dieci ha definito la Tv come la tecnologia più importante.