La flotta Unicredit aspetta il nuovo comandante

27 Settembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Ancora fari puntati su Unicredit, che proviene da una settimana difficile segnata dall’uscita dell’AD Alessandro Profumo. E mentre resta in ballo la delicata questione delle quote libiche, si comincia a scommettere su chi guiderà ora l’Istituto di Piazza Cordusio in attesa di qualche possibile novità che potrebbe emergere dal CdA della banca di venerdì. Secondo molti quotidiani questa sarà una settimana decisiva per la compagnia. Nel totonomine figurano al momento, come scritto da Il Sole 24 Ore ieri, il deputy CEO Roberto Nicastro, Federico Ghizzoni, Andrea Orcel. Per quanto riguarda il primo, il quotidiano parla di una possibile nomina iniziale a direttore generale, ma non si esclude il successivo passaggio a Amministratore Delegato. Anche Federico Ghizzoni, da trent’anni nel gruppo con incarichi in Italia e all’estero, piace. Soprattutto agli “interni”. Meno quotato è il banchiere d’affari di BofA Merrill Lynch Andrea Orcel perchè, nonostante l’eccellente curriculum, avrebbe poca esperienza nella gestione della banca commerciale, scrive Il Sole. A questo punto non resta che attendere il verdetto di Dieter Rampl, cui è stato affidato il difficile compito di trovare il sostituto di Profumo. Non sarà cosa facile e nemmeno, a detta di molte testate giornalistiche, di brevi tempistiche.