La fiducia dei consumatori affossa Wall Street

23 Febbraio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Continua con il segno meno la borsa di Wall Street, che ancora si mostra in territorio negativo dopo un avvio sotto la linea di parità. Non ha aiutato a risollevare il sentiment degli investitori, il dato sul mercato immobiliare con l’indice dei prezzi delle case statunitensi S&P Case Shiller che, a dicembre, è sceso al di sotto delle attese. Infatti, l’indice che misura l’andamento dei prezzi nelle principali venti aree metropolitane degli Stati Uniti, ha evidenziato un decremento dello 0,2% mensile, mentre gli analisti attendevano un rialzo dello 0,1%. A penalizzare i listini a stelle e strisce, invece è stato il dato sulla fiducia dei consumatori americani che nel mese di febbraio, è crollato a 46 punti ben al di sotto dei 55 attesi dal mercato. Sul mercato valutario, il dollaro guadagna terreno nei confronti della moneta unica dopo che l’euro aveva recuperato nella prima parte della mattina. Il cross eur/usd lascia la soglia degli 1,36 dollari scambiando a 1,3525 USD dopo il top intraday a 1,3692. Si rimane comunque in attesa della testimonianza del presidente della Federal Reserve, Ben Bernanke, davanti al congresso USA domani e giovedì che fornirà ulteriori indicazioni sulla politica monetaria della Banca Centrale Americana. Il Dow Jones mostra un ribasso dello 0,75% a 10305,84 punti, l’S&P500 un decremento dell’1,07% a 1096,15 punti ed il Nasdaq scivola dell’1,3% a quota 2238.