La depressione si può curare con onde magnetiche

13 Febbraio 2014, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – La depressione è spesso soprannominata come il raffreddore della salute mentale. Il suo disturbo può essere in certi casi paralizzante e, quasi un terzo di coloro che ne soffrono, trovano pochi o nessun rimedio tra le miriadi di antidepressivi sul mercato.

L’Orlando Sentinel ha riportato di un nuovo e costoso trattamento che, per la prima volta, potrebbe offrire speranza la dove tutto il resto ha sempre fallito. Si tratta di una stimolazione magnetica transcranica o TMS, ed è una procedura ambulatoriale, durante la quale gli impulsi magnetici sono concentrati su una parte del cervello che durante la depressione diventa più lento. In sostanza, gli impulsi accelerano le cose.

Questo trattamento viene fatto in uno studio medico e una macchina si concentra sul campo elettromagnetico intermittente a zone mirate della corteccia prefrontale.
I pazienti vengono poi sottoposti a sessioni di cinque giorni a settimana, per 4-6 settimane, ad un costo di circa 7 a 12 mila dollari per l’intero processo.

Ma non tutti sono dei buoni candidati, il trattamento in casi estremamente rari può provocare convulsioni.
E non tutti rispondono. In uno studio pubblicato nel 2013, i ricercatori hanno trovato che il 68% dei pazienti TMS un anno dopo il loro trattamento ha riferito un miglioramento, e il 45% si è sentito completamente guarito.