La crisi dimezza il valore del fondo di Paulson: in fumo il 47% nel 2011

10 Ottobre 2011, di Redazione Wall Street Italia

New York – Hedge fund e investitori istituzionali colpiti duro dalle turbolenze del mercato: il principale fondo di John Paulson ha perso il 47% finora dall’inizio dell’anno.

Lo riporta Bloomberg citando tre persone informate sulle cifre. I titoli presenti nel portafoglio dell’Advanced Plus che piu’ hanno avuto un impatto negativo sono Bank of America (-56%), Citigroup (-48%) e Sino-Forrest (-79%).

Sugli investimenti di Paulson ha pesato anche il selloff dell’oro. Il maggiore fondo, l’Advanced Plus, e’ stato messo sotto pressione per gran parte del 2011, ma gli altri fondi si sono comportati meglio, grazie alle scommesse nel metallo prezioso.

Tuttavia il mese scorso e’ cambiato tutto e il valore di quasi tutti i fondi gestiti da Paulson & Co. hanno perso terreno. Dal primo gennaio al 27 l’Advantage Fund e’ in calo di oltre il 28% (-6% solo il mese scorso), mentre l’International Fund e’ in ribasso del 5,38% in settembre e del 9,47% da inizio anno. Ma Paulson non e’ l’unico ad aver visto sfumare miliardi di dollari.

Tra gli investitori istituzionali che piu’ stanno pagando un prezzo salato per la volatilita’ e negativita’ generale dei mercati figurano Mark Mobius (il Templeton Emerging Market Fund e’ in calo del 23% da inizio anno a settembre), Lee Ainslie (il fondo Maverick e’ in ribasso del 17%), Paul Ruddock (il suo Global Financials Fund e’ in rosso del 19%), Leon Cooperman (il fondo Omega e’ in perdita del 12% e Bill Ackman (Pershing Square ha registrato nel 2011 una performance negativa del 16%).

E’ un momento molto delicato per Paulson, che e’ diventato celebre per le sue puntate contro il mercato immobiliare americano tre anni fa e la cui fortuna raggiunge i $15,5 miliardi, secondo i dati di Forbes.

L’impennata di vendite del metallo prezioso in settembre ha trasformato un anno che gia’ si stava rivelando negativo per i fondi di Paulson in un incubo.
[ARTICLEIMAGE]
Il manager di fondi hedge ha approfittato piu’ di chiunque altro della crisi subprime. La sua busta paga di 3,7 miliardi di dollari nel 2007 ha cancellato tutti i record precedenti. Sono tutti soldi incassati grazie alle scommesse contro proprietari immobiliari, soci azionisti e i cittadini americani in generali. Da due anni sta pagando il prezzo.

Il settore che peggio si e’ comportato finora all’interno della sfera dei fondi hedge e’ l’energia.