La cosmesi USA va a due velocità

12 Agosto 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Destini opposti per le due maison statunitensi della cosmetica Elizabeth Arden e Estee Lauder, entrambe alla prova del nove con la presentazione dei conti. Promossa a pieni voti Elizabeth Arden, che torna in nero nel quarto trimestre con un utile netto di 2,3 mln di dollari, o 8 cents ad azione, rispetto alla perdita di 3,6 mln (13 cents/azione) del pari periodo dello scorso anno. Il dato batte nettamente le attese degli analisti che si fermavano ad 1 penny. In linea con il consensus i ricavi a 228,2 mld dai precedenti 212,6 mln. Ottima la reazione del mercato che premia il titolo, al momento in rialzo di oltre 10 punti percentuali. In forte calo invece le quotazioni di Estee Lauder che ha presentato un bilancio a luci ed ombre. Il quarto trimestre si è chiuso con un ritorno all’utile a 23,9 mln di dollari, o 12 cents ad azione, rispetto al rosso di 17,9 mln (9 cents/azione) del 2009. Il dato risulta tuttavia inferiore alle attese che erano per 30 centesimi. I ricavi salgono del 9,3%. Per il primo trimestre il gigante della cosmesi stima un eps di 80 cents, superiori ai 70 stimati dagli analisti. Deludente invece l’outlook sull’eps dell’intero esercizio, pari a 2,80-3,05 usd, contro i 3,16 del consensus.