La commodity su cui essere rialzisti: lo dicono i grafici

13 Febbraio 2011, di Redazione Wall Street Italia

E’ un’analisi tecnica di medio/lungo termine che non richiede di seguire il mercato costantemente e che per questo motivo mette d’accordo tutti, anche quelli meno propensi a “mettere i loro soldi nelle mani di numeri e grafici”. Esistono pero’ analisi tecniche come questa in cui e’ sufficiente seguire la media a 30 settimane e i volumi settimanali.

Creata da Stan Weinstein e se ne e’ ampiamente discusso nel libro (molto ben scritto) “Secrets for Profiting in Bull and Bear Markets”, il sistema sta mandando un segnale “bullish” su una commodity. Una volta individuato lo stadio uno, ovvero la fase di accumulazione, ecco che si puo’ entrare al momento esatto della rottura al rialzo, se si verificano alcune condizioni specifiche. Attenzione pero’: il segnale eventuale di Buy scatta alla chiusura dei mercati di venerdi’, perche’ si basa su candele settimanali. Graficisti e non, siete avvisati: questo asset e’ da comprare.

>>>>>QUESTO ARTICOLO E’ RISERVATO A MONEY MANAGER E GESTORI DI FONDI. PER LA LETTURA E’ RICHIESTO L’ABBONAMENTO A INSIDER. Ci si puo’ abbonare in pochi secondi. Per 1 mese, costa solo 0.86 euro al giorno.