LA CITTA’ DEI ROBOT DIVENTA REALTA’

31 Agosto 2000, di Redazione Wall Street Italia

Automi in grado di progettare e costruire altri automi, un classico dei temi di fantascienza che e’ diventato realta’ in un laboratorio di Waltham nel Massachusetts.

“Il sistema e’ in grado di costruire piccoli robot giocattolo completamente automatici – ha detto Jordan Pollack, uno dei capi del progetto dell’Universita’ di Brandeis – Tutto quello che rimane da fare all’uomo e’ accendere il motore”.

Si tratta, per ora, di congegni molto semplici, ideati per compiti specifici, ma nel giro di pochi decenni gli operatori del settore sperano di poter inviare i primi robot nello spazio.

La possibilita’ di ridurre drasticamente i costi dell’industria cibernetica attraverso il taglio delle spese di progettazione, che incidono sul budget delle societa’ per centinaia di migliaia di dollari, ha trovato pero’ molti scettici tra gli esperti del settore.

I piu’ allarmisti vedono in questa nuova scoperta l’inizio di uno scenario apocalittico simile a quello di Delos, visto nel film “La citta’ dei robot” con Yul Brinner: un automa impazzito inizia a uccidere uno a uno i visitatori del parco divertimenti. La catastrofe non riesce a essere fermata poiche’ i computer che gestiscono i robot sono stati progettati da altri computer e gli esseri umani hanno perso il controllo della situazione.

“E’ il primo passo verso un futuro possible ma pericoloso” ha detto Bill Joy, uno scienziato di Sun Microsystems che in un recente articolo ha messo in guardia contro le potenzialita’ incontrollabili delle nuove tecnologie.