La Cina compra meno bond Usa

17 Agosto 2010, di Redazione Wall Street Italia

(WSI) – Tassi di interesse: in area Euro i tassi di mercato sono scesi su tutta la curva, in particolare sul tratto a medio e lungo termine con lo spread sul 2-10 anni portatosi a 168 pb da 173. Il tasso sul titolo a dieci e trenta anni tedesco ha registrato un nuovo minimo storico. Si allargano inoltre i differenziali sui titoli periferici, mentre sul monetario il tasso Euribor e l’Eonia swap a tre mesi hanno registrato un lieve calo.

La commissione europea ha proposto di conferire più poteri di sorveglianza alle autorità nazionali su holding e grandi aziende che hanno attività in più paesi ed operano sia nel settore assicurativo sia bancario. La proposta verrà esaminata dagli stati membri e dal Parlamento europeo. La Bce oggi effettuerà la consueta operazione a sette giorni al tasso fisso dell’1% e drenerà 60,5 Mld€ per sterilizzare l’acquisto di bond. La scorsa settimana sono stati acquistati 10 Mln€ di bond.

In Germania la Cancelliera Merkel ha ribadito che nonostante i buoni dati sul Pil del secondo trimestre, il governo procederà con il taglio della spesa pubblica in quanto il consolidamento del bilancio resta una priorità del governo. Sul fronte macro ieri sono stati pubblicati i dati finali dei prezzi al consumo dell’area Euro per il mese di luglio che hanno visto un incremento dell’1,7% a/a, mentre il dato core è cresciuto dell’1%, rimanendo molto al di sotto del dato generale. Oggi è attesa un’asta in Irlanda sui titoli a 4 e 10 anni per 1-1,5 Mld€, oltre che titoli spagnoli a 12 e 18 mesi per 4,5-5,5 Mld€.

Negli Usa i tassi di mercato sono calati su tutte le scadenze, in modo più marcato sul tratto lungo della curva. Lo spread 2-10 anni è così sceso a 208pb da 214. Il tasso decennale è sceso ai minimi da 16 mesi, mentre il due anni ha toccato un nuovo minimo storico. Il Tic report ha mostrato che nel mese di giugno la Cina ha ridotto l’ammontare detenuto di Treasury a lunga scadenza per la prima volta in 15 mesi (-21,2Mld$), portando il totale detenuto a 839,7Mld. L’ammontare totale di Treasury detenuti dalla Cina è calato per il secondo mese consecutivo, attestandosi a 843,7Mld$.

Il dato conferma la diversificazione in atto da parte delle autorità di Pechino che stanno leggermente riducendo l’esposizione vs gli Usa per aumentare quella verso il Giappone acquistando i bond del paese. Un advisor della banca centrale ha dichiarato che sono stati acquistati a giugno anche obbligazioni europee.

Sul fronte macro l’empire manifatturiero di agosto è cresciuto meno delle attese, evidenziando la prima contrazione da oltre un anno delle sottocomponenti nuovi ordini e spedizioni. Nello stesso mese la fiducia dei costruttori ha mostrato un calo inatteso ai minimi da 17 mesi. Chiusura pressoché invariata per Dow Jones e S&P500, lieve rialzo per il Nasdaq Composite. Sul fronte macro oggi sono in programma i prezzi alla produzione, l’apertura cantieri, i permessi edilizi e la produzione industriale relativi al mese di luglio.

Valute: deprezzamento del dollaro vs euro dopo che il cross è rimbalzato sull’importante supporto 1,2735. Il cross per oggi trova l’area di resistenza più vicina sui livelli citati ieri: 1,2870-1,29. Lo Yen continua a stabilizzarsi sui valori dei giorni precedenti vs euro e dollaro. Verso euro il supporto più vicino si colloca in prossimità di 109-109,20, mentre la resistenza passa da 111,10. Verso dollaro il supporto da monitorare resta sempre area 84,70-85. Torna ad apprezzarsi lo yuan cinese vs dollaro dopo 5 sessioni consecutive di deprezzamento.

Materie Prime: tra gli energetici lieve ribasso per il greggio Wti (-0,2%). Positivi i metalli industriali guidati dal piombo (+1,7%). In rialzo l’oro (+0,8%), salito ai massimi da inizio luglio. Tra gli agricoli il migliore è stato il caffè (+1,8%). Forti vendite su grano (-5,5%) e zucchero (-2,9%) su attese di pioggia in arrivo sulla Russia che potrebbe contribuire ad attenuare la peggiore siccità da almeno 50 anni.

Copyright © Servizio Market Strategy MPS Capital Services per Wall Street Italia, Inc. Riproduzione vietata. All rights reserved

*Questo documento e’ stato preparato da MPS Capital Services ed e’ rivolto esclusivamente ad investitori istituzionali ovvero ad operatori qualificati, così come definiti nell’art. 31 del Regolamento Consob n° 11522 del 1° luglio 1998 e successive modifiche ed integrazioni. Le analisi qui pubblicate non implicano responsabilita’ alcuna per Wall Street Italia, che notoriamente non svolge alcuna attivita’ di trading e pubblica tali indicazioni a puro scopo informativo. Si prega di leggere, a questo proposito, il disclaimer ufficiale di WSI.