LA CINA ALLENTA LA CENSURA SUI BLOGGER

28 Maggio 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Pechino, 28 mag – Le autorità cinesi allentano la censura sugli utenti di internet. L’agenzia di stampa Xinhua ha annunciato una liberalizzazione a favore dei bloggers, i titolari dei diari on line, che non dorranno più registrarsi in internet con il loro vero nome: “Da tempo – scrive l’agenzia- questo era uno dei punti fermi della campagna per la purificazione del web fatta dal presidente Hu Jintao. Il governo ha promosso per anni il ‘Vero nome’ per poter controllare le parole e le azioni degli utenti di internet, in modo da trattenerli dalla condivisione di pornografia o da altre dannose informazioni. L’abolizione è stata favorita dalle proteste delle grandi aziende presenti in Internet oltre che dal al numero sempre crescente degli utenti on-line”. In sostituzione dell’obbligo appena abolito, il Governo propone un nuovo disegno di legge che, in ogni caso, consiglia vivamente la registrazione con il proprio nome ed estende il controllo con altre strategie. La stessa Agenzia informa che sono stati arruolati tra i 30 ed 40 mila poliziotti telematici per valutare le attività on line dei 20 milioni di bloggers cinesi.