L’ultima di Elon Musk: “Dobbiamo lasciare la Terra il prima possibile”

13 Ottobre 2015, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – L’ultimo incubo di Elon Musk, fondatore di Tesla, si chiama apocalisse. L’imprenditore sudafricano pare talmente preoccupato in merito alla possibilità che un gigantesco asteroide si diriga verso la Terra o che una stella vicina al nostro pianeta esploda, da essersi messo al lavoro per cercare una via di scampo qualora un evento del genere dovesse verificarsi.

Negli ultimi quindici anni, il 43enne ha contribuito alla nascita di almeno quattro aziende: PayPal, il pioniere dei pagamenti via Internet; Tesla, la società che procede auto elettricche. Solar City, che produce pannelli solari per case e uffici.

L’ultima è SpaceX, società che tra i progetti vede quello della creazione di una colonia su Marte in grado di ospitare 80.000 persone.

Una delle proposte è quella di utilizzare un modello evoluto di razzo Falcon 9 o Merlin, realizzati dalla SpaceX e dimostratisi capaci di spostare un carico utile dalla Terra alla Stazione Spaziale Internazionale senza costi stratosferici. La navetta Grasshopper, dovrebbe trasportare fino a 100 persone alla volta verso il pianeta rosso fino a un totale di 1 milione. (mt)

Fonte: Fonte: Tech insider