L’Italia ha bisogno di 300 miliardi solo per restare in piedi

7 Novembre 2011, di Redazione Wall Street Italia

New York – Il rendimento dei BTP decennali e’ salito sopra il 6,6%, aumentando la paura di un effetto domino della crisi del debito sovrano nell’area euro. Il paese e’ indebitato fino al collo e la situazione non lascia spazio a dubbi: “si tratta di contagio”, dicono i tecnici di BGC Capital.

L’unico modo per ripagare il debito e’ trovare qualcuno disposto a prestare soldi. “L’Italia ha bisogno di 300 miliardi solo per restare in piedi” e la situazione non lascia spazio a dubbi: “si tratta di contagio”, osserva ai microfoni della BBC l’analista Louise Cooper.

Nel 2012 il Tesoro italiano dovra’ emettere circa 220 miliardi di nuovi bond, a tassi insostenibili per lo Stato, certamente i piu’ alti da quando esiste l’euro.

Secondo Olli Rehn, Commissario dell’Unione Europea, l’Italia deve prendere decisioni piu’ coraggiose. Il portavoce di Rehn ha detto che la Commissione si aspetta che il ministro dell’Economia presenti ulteriori dettagli sul maxi emendamento e avvii misure per rilanciare la crescita e per raggiungere il pareggio di bilancio.

Rehn ha espresso l’intenzione di far tutto il possibile perche’ la Grecia resti nell’area euro. “Bisogna comunque essere preparati a ogni scenario”.