L’insonnia fa ingrassare

8 Agosto 2013, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Attenzione, dormire poco può far ingrassare.
Questa è la scoperta di uno studio condotto presso la University of California, che ha esaminato le scelte alimentari, che conduce il nostro cervello, arrivando a concludere che vi è un legame tra il dormire poco, e quindi il soffrire di insonnia, e l’obesità.

Una notte insonne ci renderebbe inclini a voler mangiare ciambelle o pizza piuttosto che cereali integrali o verdura.

Il Daily Mail riporta come i ricercatori hanno analizzato il cervello di 23 giovani adulti in due diversi momenti: dopo una notte di sonno normale e dopo una notte insonne.

Quello che hanno scoperto è che nel secondo caso vi era un’attività alterata nel lobo frontale del cervello, ovvero quella che regola le decisioni complesse, e vi era invece una maggiore attività nella parte più profonda del cervello. Inoltre, i partecipanti preferivano spuntini malsani e cibo spazzatura.

il professor di psicologia e neuroscienze, Matthew Walker, ha dichiarato: “Cibi ipercalorici diventano molto più desiderabili quando qualcuno viene privato ??del sonno. I risultati di questo studio possono aiutare a spiegare perché le persone che dormono meno tendono ad essere in sovrappeso o obese”

Precedenti studi avevano mostrato come vi era un collegamento tra il poco sonno e il grande appetito per cibi particolarmente dolci e salati, ma le ultime scoperte hanno rivelato che in realtà vi è un meccanismo celebrale ben preciso che spiega le nostre scelte alimentari.

Il professor Walker ha poi concluso dicendo: “La cosa positiva è che i risultati indicano che ottenere abbastanza sonno è un fattore che può contribuire a favorire il controllo del peso ed evitare che si inneschino dei meccanismi celebrali che regolano determinate scelte alimentari”