L’Europa si sveglia di cattivo umore

11 Agosto 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Primi scambi in territorio negativo per le principali borse europee, depresse dalla debacle di Tokyo sui timori di rallentamento dell’economia cinese accompagnati poi dalla revisione delle stime di crescita dell’economia a stelle e strisce decise dalla Fed. Ieri il Fomc, inoltre, ha deciso di lasciare invariato il costo del denaro e ha annunciato nuovi acquisti di bond governativi. Sulle prime rilevazioni Bruxelles mostra un calo dello 0,7% a 2543,71 punti, Parigi un ribasso dello 0,79% a 3701,13 punti ed Amsterdam un decremento dello 0,86% a 330,29 punti. Segno meno anche per Francoforte -0,94% a 6226,96 punti, Londra -0,86% a 5329,99 punti e Madrid -0,79% a quota 10634,1.